Perché investire nella cyber-security?L'attacco di tipo "DDoS" alla piattaforma Dyn della scorsa settimana ha mandato offline per diverse ore alcuni dei siti più  cliccati del mondo: Twitter, Spotify, Cnn, New York Times,  Financial Times, Netflix, Visa, eBay e Reddit.

Questi rappresenta solo l'ultimo di una serie di attacchi registrati in questo periodo in diversi paesi industrializzati; nel mirino anche il settore finanziario e alcune banche centrali.

Internet sta rivoluzionando la nostra società favorendo la condivisione delle informazioni e creando nuove modalità di scambio economico e commerciale: se da un lato questo offre nuove opportunità, dall’altro introduce nuove minacce.

I sistemi informatici sono vulnerabili agli attacchi di quanti (criminali, hacker, terroristi) intendono comprometterli o sfruttarli.

I Paesi del G7 hanno deciso di adottare a metà ottobre una serie di regole di protezione.

La correlazione tra prosperità economica di una nazione e la qualità delle sue infrastrutture cyber sarà, infatti, sempre più stretta e per questa ragione molti paesi avanzati stanno progettando e realizzando piani strategici nazionali che, coinvolgendo pubblico, privato e ricerca, puntano a rafforzare la difesa delle infrastrutture dagli attacchi cibernetici.

Non semplici fornitori di firewall ed anti-virus ma aziende in grado di proporre prodotti estremamente sofisticati per affrontare gli attacchi hacker.

Il futuro della cyber-security

Il mercato della cyber-security si trova all’inizio di una fase che potrebbe portare enormi opportunità di crescita; esistono infatti molti fornitori innovativi non ancora quotati.

Gli investitori del settore hitech seguono con estrema attenzione questi vendor: aspettando che le società che aiutano le aziende a difendersi sfornino fatturati in crescita e siano pronte per fare il loro ingresso in Borsa.

Ad aver recentemente debuttato a  Wall Street sono Rapid7 e Mimecast;

tra le start-up da monitorare per un probabile ed imminente ingresso in Borsa troviamo invece LogicMonitor, CrowdStrike, Illumio, Tanium e Tenable Network Security.

Cyber-security come alternativa alla negoziazione online

Secondo MarketsandMarkets , il mercato globale della cyber-security crescerà del 70% entro il 2020, passando da un valore di 100 miliardi a ben 170 miliardi di dollari all'anno. Le aziende di questo settore vengono  considerate un ottimo strumento all’interno della negoziazione online. Esempio ne sono IBM Security, quotata in borsa con il simbolo (IBM); Palo Alto Networks con il simbolo (PANW), Cisco con il simbolo (CSCO), Fortinet con il simbolo (FTNT), Bae System con il simbolo (BA) e FireEye con il simbolo (FEYE).

Come detto, molti investitori vedono queste aziende come una vera e propria fonte per poter attuare al meglio le proprie strategie di gioco. Grazie all’andamento del prezzo delle azioni, su tali titoli trova utilizzo uno dei metodi più innovativi di questi ultimi anni, ovvero quello dei contratti per differenza. Questo sistema, definito più comunemente con l’acronimo CFD, dà la possibilità di poter utilizzare una serie di strumenti particolari ed indispensabili per un buon Trading online. Come se tutto ciò non bastasse, grazie ai CFD è anche possibile attuare strategie verso entrambe le direzioni del titolo: a salire o a scendere.

Concludiamo quest’ultima parte invitando tutti i lettori a tenersi ben informati sulle notizie di borsa più importanti e a fidarsi esclusivamente di piattaforme di negoziazione certificate con un alto grado di protezione nei confronti del proprio capitale messo a disposizione.

Trading online demo      
Web Trader piattaforma online       ​​