Introduzione al trading con le Opzioni

Con Opzione si intende una particolare tipologia di strumento derivato che attribuisce al possessore la facoltà di acquistare o di vendere alla scadenza il titolo relativo ad un bene sottostante o ad un’attività finanziaria (azioni, beni materiali,ecc), ad una scadenza prefissata e ad un prezzo predeterminato.

Trading con Opzioni Put e Opzioni Call

Le operazioni che è possibile compiere attraverso questo strumento, riguarda proprio la definizione della tipologia di opzione. In particolare, esistono due varianti di opzioni, Opzioni Put e Opzioni Call. Attraverso le prime chi investe si riserva il diritto di acquistare l’opzione ad una data scadenza ed un prezzo prefissato, mentre attraverso la seconda chi investe si riserva il diritto di vendere ad una data scadenza e ad un prezzo predeterminato l’opzione.

La leva finanziaria con il trading opzioni

Una caratteristica fondamentale del trading di opzioni riguarda proprio la leva finanziaria, attraverso la quale potrai investire su una quantità maggiore di attività rispetto al capitale a disposizione. Nelle opzioni in particolare la leva è soltanto positiva, in quanto la perdita massima è limitata al costo dell’opzione.

Come calcolare il valore di un’opzione

La valutazione di un’opzione dipende da alcuni fattori che ne determinano il valore.
In particolare:

  • Prezzo d’esercizio, ovvero il prezzo fissato dal venditore nel momento dell’apertura;
  • Prezzo dell’attività sottostante, che attraverso le variazioni di prezzo influenza in maniera diretta il prezzo dell’opzione;
  • Volatilità del prezzo del sottostante, ovvero dalla propensione alla variazione del prezzo;
  • Scadenza, la quale all’avvicinarsi della data prefissata, influenza negativamente l’opzione riducendone il valore;
  • Tasso di interesse, che influenzano in aumento o in diminuzione a seconda che si tratti di opzioni pull e opzioni push
  • Dividendi attesi, che se aumentano fanno diminuire il valore dell’opzione Call e, allo stesso tempo, fanno aumentare il valore dell’opzione Put

Quali sono le principali tipologie di Opzioni

Le opzioni posso suddividersi in due macro categorie che si differenziano fondamentalmente per la complessità della struttura.
In particolare:

  • Opzioni Plain Vanilla

    • Opzioni ISOalfa
    • Opzioni FTSE MIB
    • Opzioni Cap, Floor, Collar
  • Opzioni Esotiche
    • Opzioni asiatiche
    • Opzioni barriera
    • Opzioni composte
    • Opzioni binarie
    • Opzioni lookback
    • Opzioni Bermuda
    • Opzioni Average-rate

Per maggiori informazioni sulle varie tipologie di Opzioni puoi contattarci direttamente a esperti@borse.pro oppure sul nostro Forum e il nostro team di esperti sarà lieto di fornirti tutte le informazioni necessarie.

Quando conviene esercitare le Opzioni?

La convenienza ad esercitare il diritto di opzione dipende ovviamente dalla differenza tra il prezzo di esercizio e il prezzo corrente.
In particolare, quando si parla di opzioni si distinguono tre diversi momenti:

  • In the money, che rappresenta il momento in cui converrebbe esercitare l’opzione se questa fosse la data di scadenza
  • At the money, che rappresenta il momento in cui vi è totale indifferenza
  • Out of the money, che rappresenta il momento in cui non converrebbe esercitare l’opzione se questo fosse la data di scadenza

Quali rischi si corrono?

Come già accennato prima, l’investimento in opzioni comporta il rischio di perdere l’intero capitale se il valore dell’opzione si deprezza rispetto allo strike price o prezzo d’esercizio. Tuttavia il Trading Opzioni è realizzato seguendo regole di money management e di strategie che intrecciano diverse posizioni call e put al fine di ottenere un guadagno dai movimenti dei mercati.