Cosa sono i Futures?

I Futures rappresentano strumenti di trading online avanzati che molti trader utilizzano dopo aver acquisito conoscenze e sistemi di investimento con altri strumenti come le valute.

Tecnicamente per futures si intende un contratto a termine standardizzato, stipulato tra due parti che si obbligano di scambiare ad una data scadenza una certa attività finanziaria ad un prezzo stabilito, o nel caso di indici a corrispondere una somma di denaro di ammontare pari alla differenza tra il valore che assume l’indice nel giorno della stipula ed il valore che assume nel giorno di chiusura. In Italia la commercializzazione di Futures viene effettuata nel mercato IDEM, ovvero Italian Derivatives Market direttamente organizzato da Borsa Italiana, dove le negoziazioni vengono effettuate in via telematica per mezzo di un sistema elettronico che garantisce la rapida esecuzione degli ordini.

Tipologie di futures

I Futures possono essere suddivisi in due macro-categorie distinte in funzione del bene a cui si riferiscono. In particolare i Futures possono prevedere lo scambio di attività reali come ad esempio oro, grano, caffè, ecc, ed in questo caso prendono il nome di commodity future oppure possono prevedere lo scambio di attività finanziarie prendendo in questo caso il nome di Financial Future.

Principali caratteristiche

  • Negoziabilità
  • Interscambiabilità
  • Standardizzati
  • Garantiti dalla Cassa di Compensazione
  • Effetto leva

Sono previsti dei margini?

Una caratteristica peculiare dei future riguarda il deposito di un margine a titolo di garanzia necessario per poter sottoscrivere un contratto avente ad oggetto futures. Per margine si intende il denaro a disposizione nel nostro conto necessario per potere coprire una perdita. Generalmente il margine varia dal 2% al 30% e dipende dalla tipologia di future. Nel caso in cui viene raggiunta la perdita massima coperta dal margine, il broker chiuderà in modo forzato la posizione con un’operazione chiamata “Margin Call”.

E’ possibile vendere prima della scadenza?

Oggi difficilmente il future si conclude con la reale consegna del bene sottostante il contratto. Infatti, la maggior parte dei contratti essendo sorti soltanto per ragioni meramente speculative vengono conclusi attraverso un’operazione detta di compensazione, e cioè stipulando semplicemente un contratto di segno opposto.

Quali sono i broker consigliati?

Dal nostro punto di vista è necessario valutare i Broker  offrono le migliori condizioni e i prodotti più innovativi e qualitativi del mercato. Attualmente i Broker da noi consigliati sono:

  • Plus500
  • AFX

Con i Broker CFD e Forex sopra indicati è possibile investire sui Futures attraverso i CFD. Ad esempio il trader può comprare il Futures sull'indice FTSEMIB con il CFD FTSEMIB ottenendo i seguenti vantaggi:

  • commissioni di 1,50 euro contro le 10-15 euro delle banche tradizionali
  • Spread competitivo dello 0,08%
  • margine di mantenimento dello 0,25% contro il 5% delle banche tradizionali
  • Leva fino a 1:200 contro la leva di 1:5 delle banche tradizionali