Forex News

  1. Ci sono diversi tipi di indicatori tecnici che si possono usare nel forex, alcuni più utili altri meno. In linea generale essi possono essere raggruppati in cinque categorie: Indicatori di trend. Le tendenze mostrano il persistere di direzioni di p
  2. Quando si parla di oscillatore stocastico uno dei concetti più importanti da tenere in considerazione riguarda le divergenze, delle differenze che si formano quando un nuovo prezzo alto o basso non è confermato o ricambiato dall’oscillatore s
  3. Rialzo dei rendimenti europei, borse che approfondiscono le correzioni (all’interno di ambienti molto volatili), valutario che vede la continuazione delle prese di profitto sul dollaro americano capace, come da previsioni, di mantenere l’unidirez
  4. Non più tardi di 24 ore fa descrivevamo in questa sede come la volatilità si stesse manifestando a sprazzi, nel momento in cui non vi era un chiaro e preciso tema che guidasse il mercato nel suo complesso e coadiuvasse l’analisi tecnica con un qu
  5. Al quarto giorno di contrattazioni di questa settimana ci ritroviamo in questa sede a sviscerare ragionamenti sui mercati finanziari che poco differiscono da quanto analizzato e quindi visto finora. Ancora poco o nulla dunque è cambiato sul fronte v
  6. EurUsd: l’area passante tra 1.1360 e 1.1375 potrebbe intervenire come resistenza su un time frame orario.Si è conclusa una settimana da punto di domanda sul valore della moneta unica europea rispetto al dollaro americano con delle chiarificazioni
  7. La domanda più ricorrente che ci viene posta e riproposta durante gli ultimi giorni da parte di trader, analisti e giornalisti, riguarda l’euro.La domanda più ricorrente che ci viene posta e riproposta durante gli ultimi giorni da parte di trader
  8. Dalla BCE arrivano notizie che riguardano la decisione di non accettare più come collaterale di garanzia (a partire dall’11 febbraio) i bond sovrani.Ieri durante un webinar di esplorazione dei livelli relativi a scenari di medio e lungo periodo ab
  9. Ieri abbiamo assistito alla rottura rialzista della congestione all’interno della quale l’euro si stava muovendo contro il dollaro.Dopo diversi giorni di congestione ieri abbiamo assistito alla rottura rialzista della congestione all’interno de
  10. L’inflazione rimane bassa (l’ultima rilevazione ha mostrato un 1.7%) e le discesa dei prezzi delle commodities non la aiuta di certo.Dopo numerosi ammonimenti verbali sulla forza eccessiva del dollaro australiano nei confronti del dollaro america

Pagine