Forex News

  1. L’assenza di market mover in buona sostanza si traduce in immobilismo dei rapporti di cambio interessati.Ieri in questa stessa sede mettevamo in guardia su come, in un contesto generale di bassa volatilità del mercato, gli elementi che avrebbero
  2. Oggi giornata densa di dati economici, anche importanti, sia per EU che per gli USA, e che potrebbero innescare maggiore volatilità. No news, good news, ci sarebbe da dire. Visti gli andamenti, scarsi, di questi giorni abbiamo una visione rosea dell
  3. Reso noto in mattinata il tasso di disoccupazione OIL a 3 mesi ha mostrato un miglioramento inatteso nel mese di novembre.Stamane i mercati valutari sono dominati dalla forza della GBP, con un calo inaspettato del 7,1% a novembre del tasso di disoccu
  4. Il balzo dell’EUR /USD vicino all’area di supporto a 1,3524 è stato debole. Le resistenze orarie si attestano a 1,3583 (minimo 16/01/2014) e a 1,3650 (massimo 16/01/2014, vedasi anche la linea di trend discendente).EURUSDIl balzo dell’EUR /USD
  5. UsdJpy: cambio ancora controverso da un punto di vista direzionale, nonostante la discreta precisione dei livelli tecnici. Si entra dunque nel vivo della settimana dei mercati finanziari, con importanti release che sono state pubblicate già a partir
  6. I dati CFTC della scorsa settimana hanno mostrato che le posizioni speculative hanno fatto impennare i lunghi sull’USD ai massimi da sei mesi.Sui mercati valutari predomina la diffusa forza dell’USD, dopo che le dichiarazioni di Hilsenrath al WSJ
  7. Come anticipato nel nostro rapporto di venerdì, l’EUR/USD ha aperto la settimana sottotono in scia al rafforzamento del momentum ribassista. La debolezza della crescita cinese nel quarto trimestre, la forte scossa di terremoto sull’Isola del Nor
  8. L’apertura domenicale dei mercati non ha portato grosse novità dal punto di vista di movimenti direzionali.L’apertura domenicale dei mercati non ha portato grosse novità dal punto di vista di movimenti direzionali, con i prezzi che, a parte dei
  9. Settimana negativa per il cambio eur/usd che ha reagito negativamente e ha intrapreso la via del ribasso.Settimana negativa per il cambio eur/usd che, dopo aver segnato, sul mercato spot, un massimo nella giornata di Martedì a 1.3698, ha reagito neg
  10. Leggero recupero del settore costruzioni, disoccupazione sempre al rialzo su nuovi massimi, stabilizzati i debiti e deficit nazionali.Una settimana, quella scorsa, sempre caratterizzata da una bassa VOLATILITà, con scarsi nuovi fattori. In sentiment

Pagine