Financial news

  1. La scorsa settimana le commodities divergevano, negoziando in gran parte in base ai fondamentali individuali. Il palladio è stato il miglior performer, guadagnando l’8% con gli investitori che temevano una reazione dei consumatori contro
  2. Piazza Affari ha chiuso poco mossa una seduta volatile dopo lo scivolone di ieri scatenato ancora una volta dallo scandalo che ha travolto Volkswagen e dal crollo di Glencore. Proprio Glencore, il colosso delle materie prime, oggi ha centrato un rimb
  3. Tentativo di recupero da parte di Glencore che sale del 10% a Londra dopo il tracollo di quasi il 30% della vigilia sull'acuirsi dei timori sulla tenuta patrimoniale del gruppo anglo-svizzero alla luce della caduta delle quotazioni delle materie prim
  4. Le Borse europee hanno aperto in territorio negativo, in scia alle perdite di Wall Street e dei listini asiatici (la piazza di Tokyo ha lasciato sul parterre oltre 4 punti percentuali). In avvio di seduta a Londra l'indice Ftse segna un ribasso dell'
  5. Anche la Borsa di Sydney, così come le altre piazze azionarie asiatiche, incassa pesanti perdite questa mattina. L'indice S&P/Asx 200 ha chiuso la seduta con una flessione del 3,82% sotto la soglia dei 5.000 punti a 4.918,4 punti. A pesare sugli sca
  6. Seduta negativa per la Borsa di Sydney. L'indice di riferimento della piazza azionaria australiana, l'S&P/Asx 200, ha terminato con un calo del 2,07% sotto la soglia dei 5.000 punti a quota 4.998,1. Male soprattutto i titoli delle banche e delle mate
  7. La Federal Reserve si è astenuta dall’alzare i tassi la scorsa settimana, citando i crescenti rischi intorno alla crescita globale. La Banca Centrale degli Stati Uniti sembra orientata a un approccio che guarda verso l'esterno rispetto a
  8. Brian Moynihan, Amministratore delegato e Presidente di Bank of America, ha annunciato che i ricavi da trading del colosso statunitense nel terzo trimestre segneranno un calo di 5-6 punti percentuali. Moynihan, intervenuto alla “Barclays Global Fin
  9. La Reserve Bank of New Zealand (Rbnz) questa notte ha tagliato nuovamente il livello dei tassi di interesse portandoli al 2,75% dal 3% precedente. Si tratta del terzo taglio consecutivo. La decisione risulta in linea con il consensus Bloomberg. Lo st
  10. La settimana dei listini europei inizia sopra la parità nonostante le indicazioni ribassiste arrivate dalla Cina dove l'ufficio nazionale di statistica ha rivisto al ribasso dal 7,4 al 7,3 per cento il dato relativo la crescita economica del 2014. C

Pagine