Forex News

  1. L’AUD ha fatto registrare forti perdite a Sydney dopo la contrazione inaspettata delle vendite al dettaglio di maggio. Ieri, dopo la pubblicazione del dato ADP, l’USD è stato richiesto diffusamente a New York. Il rapporto sull’occupazione ADP
  2. The US dollar came broadly in demand post-ADP release in New York yesterday. The US dollar came broadly in demand post-ADP release in New York yesterday. The ADP employment report surprised on the upside, the June report showed that the US economy ad
  3. Il complesso AUD si è indebolito dopo che il deficit australiano è aumentato significativamente, più rapidamente del previsto.Il complesso AUD si è indebolito dopo che il deficit australiano è aumentato significativamente, più rapidamente del p
  4. Lunga serie di DATI economici pubblicati ieri, e che ha continuato a dare uno scenario sbilanciato. Lunga serie di DATI economici pubblicati ieri, e che ha continuato a dare uno scenario sbilanciato. Dalla CINA il settore manifatturiero è risultato
  5. La RBA ha mantenuto invariato al 2,50% il tasso di cassa, il comunicato che ha accompagnato la decisione è stato equilibrato.La RBA ha mantenuto invariato al 2,50% il tasso di cassa, il comunicato che ha accompagnato la decisione è stato equilibrat
  6. In Australia, stando ai dati di TD Securities, l’inflazione di giugno si è appiattita, l’inflazione a è salita al 3,0%. I mercati valutari hanno aperto la seduta piatti; ci aspetta una settimana ricca di dati e appuntamenti. L’USD/JPY e i cro
  7. Quindi sono sempre più i fattori “esterni”, politici, banche centrali, autorità, maltempo, interventi diretti o verbali, a determinare il sentiment di mercato.Giornata ancora molto tranquilla sul fronte dei CAMBI primari, neutralità per le BOR
  8. Una GBP positiva, che però ha raggiunto dei massimi, sulla scia dei buoni dati economici, seguita da NOK, AUD. La POLITICA MONETARIA resta in auge in questo periodo di stallo dei mercati finanziari. Le aspettative generali restano per ulteriori misu
  9. Ieri, in Nuova Zelanda, il NZD/USD è crollato a 0,8427 dopo che il prezzo del latte intero è sceso a -8,5% nell'ultima asta di NZ Fonterra. Il Pil australiano è cresciuto dell’1,1% t/t e del 3,5% a nel primo trimestre, battendo così le attese d
  10. UsdJpy: l’unica direzionalità spiccata la si vede su questo cambio, cambio che rimane correlato con il Nikkei. Manca un giorno al fatidico appuntamento con la Banca Centrale Europea ed i dati sull’inflazione non lasciano di certo tranquillo il B

Pagine