Forex News

  1. Agli occhi di un osservatore esterno, un’ipotetica persona avulsa dai mercati finanziari, il titolo di questa mattina può sembrare quanto meno equivoco e pure, una volta chiaritogli il contesto, potrebbe comunque stupirsi di come da una semplice p
  2. Definire la giornata di ieri come piatta ci sembra una buona descrizione per aprire il nostro commento mattutino, con le uniche soddisfazioni, dal punto di vista tecnico, che ci arrivano dal petrolio che, come visto all’interno del nostro Morning M
  3. Continua la pesantezza della moneta unica europea nei confronti del dollaro americano e delle altre major, con l’eurodollaro grande protagonista della settimana a causa del passaggio da quota 1.0900 ai minimi battuti in area 1.0460, una perdita di
  4. Il mercato ieri ha messo a segno delle correzioni che hanno mostrato delle vendite di dollari e dei blandi acquisti di euro, andando a far segnare quasi 200 punti di rialzo sulla coppia principe del mercato (EurUsd) il quale, come vedremo all’inter
  5. Ancora 200 punti. In una giornata. La moneta unica europea continua imperterrita la sua strada di svalutazione contro il dollaro americano andando a perdere quasi il 2% in un giorno ed incontrando dei flussi di vendita anche durante la notte, momento
  6. Se fate click sulla freccia che riporta alla pagina internet visitata in precedenza, ossia quella che contiene l’elenco dei nostri articoli mattutini, noterete come gli ultimi quattro titoli si riferiscano ad un ping pong tra America ed Europa, con
  7. PSPP. Dobbiamo ammetterlo, a livello di scelta di acronimi, la BCE non è proprio in gamba. Battute a parte, ieri ha preso il via il Public Sector Purchase Program, ovvero l’acquisto di titoli governativi che avverrà sul mercato secondario, lancia
  8. Alta volatilità caratterizzata da acquisti di dollaro americano venerdì pomeriggio, in seguito alla pubblicazione dei dati sui Non Farm Payrolls e sul tasso di disoccupazione americano, con la creazione di 295.000 nuovi posti di lavoro ed il raggiu
  9. Chi ha seguito la conferenza stampa di Draghi insieme a noi ieri pomeriggio è stato in qualche modo allertato che la moneta unica europea avrebbe potuto mostrare delle reazioni bidirezionali e, presumibilmente, nemmeno troppo volatili e così è sta
  10. Movimenti da mercato valutario dei vecchi tempi ci viene da commentare in apertura di questa sessione, con euro e sterlina, contro dollaro, rinchiusi all’interno di un fazzoletto di pips per la nottata e con movimenti di rottura dei livelli (in que

Pagine