Financial news

  1. Avvio di seduta senza verve per Piazza Affari che paga l'andamento negativo dei listini asiatici complici i rinnovati timori per l'economia cinese. L'indice Ftse Mib cede così lo 0,71% a quota 21.785 punti. Proprio l'effetto Cina pesa sui testimonia
  2. Nonostante il rally delle piazze asiatiche, chiusura di ottava con il segno meno per il listino milanese. In attesa di indicazioni dal vertice dei banchieri centrali di Jackson Hole e alla luce dei forti rialzi di ieri il Ftse Mib ha chiuso l’ultim
  3. Salvatore Ferragamo: titolo sospeso dalle contrattazioni, -6,41% calo teorico
  4. Il comparto del lusso è nuovamente oggetto di vendite copiose nelle prime contrattazioni sul FTSE MIB dopo il rimbalzo di ieri. Yoox è il peggior titolo dell’indice principale di Piazza Affari e registra una perdita di 2,25 punti percentuali, men
  5. Piazza Affari ha centrato il gran rimbalzo dopo lo scivolone di ieri quando le vendite avevano colpito tutte le Borse internazionali. Il listino milanese, al pari delle altre piazze finanziarie, ha accelerato al rialzo dopo le misure prese dalla Banc
  6. Piazza Affari ha chiuso in deciso ribasso in scia alle continue turbolenze sulla Borsa cinese, che oggi ha perso circa 3,5 punti percentuali. Turbolenze che si sono avvertite su tutti i mercati internazionali, sulle valute emergenti e sulle materie p
  7. Piazza Affari ha centrato il rimbalzo dopo lo scivolone di ieri indossando la maglia rosa tra le Borse europee. A destabilizzare ieri i mercati è stato il peggior crollo della Borsa di Shanghai dal 2007 in scia al deludente dato sui profitti industr
  8. Avvio ben intonato per la Borsa di Milano dopo il calo di quasi il 3% della vigilia dettato dai timori legati al nuovo sell-off del'azionario cinese. L'indice Ftse Mib segna un progresso dello 0,78% a quota 22.986 punti. Rally in avvio per Luxottica
  9. Piazza Affari ha chiuso in deciso ribasso con l’indice Ftse Mib che ha perso la soglia dei 23.000 punti. A pesare è stato il crollo della Borsa di Shanghai, dove l’indice Composite ha mostrato un tonfo (il peggiore da febbraio 2007) dell’8,5%
  10. Avvio di settimana con forti vendite su Salvatore Ferragamo. Il titolo della maison fiorentina, che cede a metà seduta oltre il 45 a quota 27,02 euro, paga il riacutizzarsi delle tensioni legate alla Cina, mercato dove è fortemente esposto. Il merc

Pagine