Financial news

  1. Ferragamo maglia nera sull’indice Ftse Mib, dove mostra un tonfo di circa 4 punti percentuali a 25,04 euro, dopo i risultati inferiori alle attese pubblicati questa mattina da Burberry. Il colosso del lusso britannico ha annunciato di avere archivi
  2. I deboli riscontri da Cina e Zew pesato solo in parte sull’umore di Piazza Affari che ha recuperato buona parte dei ribassi nella seconda parte di seduta. L'indice Ftse Mib hacosì chiuso la seduta con una flessione dello 0,19% a 22.048 punti. I da
  3. Piazza Affari ha chiuso in ribasso interrompendo una striscia positiva che durava da tre sedute innescata venerdì dai deboli dati sul mercato del lavoro Usa che hanno accresciuto le ipotesi di un ulteriore rinvio da parte della Fed nel rialzare i ta
  4. Piazza Affari ha centrato il rimbalzo dopo i ribassi sostenuti delle scorse sedute, appesantite dallo scandalo che travolto Volkswagen. I listini azionari hanno apprezzato le parole di ieri sera di Janet Yellen, che ha dichiarato che lo scenario prin
  5. Piazza Affari, al pari delle altre Borse europee, ha chiuso in deciso ribasso all’indomani della decisione della Federal Reserve di lasciare i invariati tra lo 0 e lo 0,25%. Un segnale letto dal mercato come una conferma delle preoccupazioni sul ra
  6. Il Ftse Mib segna -0,83%, il Ftse Italia All-Share -0,82%, il Ftse Italia Mid Cap -0,85%, il Ftse Italia Star -1,07%.Mercati azionari europei senza direzione.* Il DAX segna +0,3%, il CAC 40 -0,3%, il Ftse 100 -0,4%, l'IBEX 35 +0,1%.Euro in legg
  7. Primi scorci della nuova settimana di borsa con intonazione decisamente positiva per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib segna un progresso dell'1,13% a quota 21.715 punti. In prima fila le banche con rialzo nell'ordine di un punto e mezzo percentuale p
  8. Fitte vendite in avvio dell'ultima seduta dell'ottava. Si stempera l'effetto Draghi che ieri aveva trainato le Borse sulla prospettiva di un rafforzamento del programma di QE. A condizionare l'umore dei listini le deludenti indicazioni arrivate dall'
  9. Martedì difficile per Piazza Affari che si è uniformata all'andamento negativo dei listini mondiali complici i rinnovati timori per l'economia cinese. L'indice Ftse Mib ha ceduto in chiusura il 2,24% a quota 21.451 punti. Ancora deboli indicazioni
  10. Nuovo strappo al ribasso dei titoli del lusso quotati a Piazza Affari. I timori legati al rallentamento della Cina, acuiti dalla discesa sotto la soglia di 50 dell'indice Pmi manifatturiero cinese (minimi a oltre tre anni), spingono le vendite sui te

Pagine