Tu sei qui

Ritorna la fiducia in Europa su Ucraina e Grecia

Venerdì, 13 Febbraio, 2015

L’accordo raggiunto ieri a Minsk alla presenza di Putin, Poroshenko, Merkel e Hollande è un grande passo avanti nella risoluzione delle tensioni nell’Ucraina dell’est; ma è solo il primo passo per arrivare ad una stabilizzazione della regione in cui affondano le radici non solo interessi economici, ma anche forti e antichi nazionalismi. Ora le parti attendono la prova dei fatti di questa notte a partire dalla quale scatterà il cessate il fuoco proclamato ieri al termine di una vera e proprio maratona negoziale di oltre 14 ore.

Sul fronte greco sembra sempre più vicino l’accordo per la ordinata risoluzione della situazione di crisi. Ieri al termine del summit dei capi di stato e di governo c’era un clima disteso e già da oggi la BCE ha esteso il programma ELA per la Grecia fornendo liquidità per circa 5 miliardi di euro.

Il bandolo della matassa sembra essere stato afferrato, ma sbrogliare la situazione, anche in questo caso, sarà un processo lungo e faticoso: permangono comunque segnali di ottimismo riflessi anche sui principali mercati azionari che hanno festeggiato ieri con risultati largamente positivi.

Market Movers

Questa mattina il dato sul PIL tedesco alle 8:00 ha sorpreso in positivo facendo registrare un +0.7% battendo le stime a 0.3%.

Alle 11:00 il dato preliminare sul PIL trimestrale dell’eurozona atteso stabile a 0.8%.

Alle 14:30 negli Stati Uniti il dato Michigan sulla fiducia dei consumatori è atteso stabile a 98.1 rispetto alla rilevazione precedente. Alle 19:30 conferenza stampa del membro del FOMC Fisher.

EURUSD

Venerdì, 13 Febbraio, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi