Tu sei qui

Ottimismo non giustificato, rischio inversione aumenta

Lunedì, 26 Settembre, 2016

Giornata sempre caratterizzata da attività sui bonds, in ulteriore rialzo, e focus sugli indici, in cerca di rendimento a tutti i costi. Yields sono rimasti in pressione, nuovi record minimi vari, e ampliamento del territorio negativo per molti, su prospettive di ripresa fiacca, fragile, e politiche monetarie super ampie a continuare a lungo, assenza di inflazione. Anzi, come confermato dai dati ITL, FF, IRL, ieri, prezzi ancora in calo, sotto zero. Le attività economiche, commerciali, la produzione, restano in calo, e in GER confermato il rallentamento nel 2.trimestre, con il dato della crescita atteso oggi. E le opzioni, o munizioni a disposizione, delle Banche Centrali, sono in esaurimento, come pure gli effetti desiderati. In EU abbiamo 12trln di bonds in territorio negativo. Le aspettative o prospettive, di ulteriori allentamenti in UK, pesano ancora sulla GBP, che viene venduta contro euro, visto che il DOLL non mantiene le promesse. E la FED non può permettersi di rialzare i tassi, e non ha neppure le giustificazioni chiare per attuarlo. E il rallentamento della Cina, crollo recente del petrolio, sanzioni alla URSS, politica TURK, immigrati, terrorismo, non fanno che pesare maggiormente sulle attività economiche.

Il NZD migliorato dopo taglio tassi, da aspettative di una stretta maggiore disattesa. Seguono AUD, CAD, dopo cedimenti iniziali. Petrolio recupera nuovamente, dopo le scorte Usa, anche grazie al blocco produzione Nigeria. E IEA, agenzia energia, riduce la prevista domanda mondiale, ma prevede una lenta stretta nel mercato. Prese beneficio, con riduzione di posizioni, su oro, arg, indici. E innesco nel previsto della fase correttiva di breve termine a favore del CHF/cross. E lo YEN contrastato, giocato con EUR/YEN, che aiuta a controbilanciare tutte le forze opposte, e mantiene stabilizzato entro fascia ristretta il valore dell’euro. Dai livelli di eccesso forza BANCHE nel breve termine, ieri più contrastate, e innesco correttivo per molte. Dalla Cina dati di maggiore stabilizzazione, commenti banca centrale, e andamento migliore dei commenti vari dagli Usa, porta borsa al rialzo, YUAN in miglioramento, e ad una forte domanda per i suoi bonds. Egitto riceve gli aiuti finanziari da IMF, SING riduce i dati di crescita, TAIW teme per la forza del suo cambio sulla sua borsa, SCOREA won recede da max14 mesi, e tassi mantenuti invariati. Commodity in leggero rialzo. ORO ancora una volta rimbalza in chiusura, PETROLIO riprende vigore. Proseguono i contrasti Clinton > Trump, a dare incertezze. Oggi alcuni dati importanti per gli USA, ma che non dovrebbero muovere i mercati.

Venerdì, 12 Agosto, 2016
 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.