E’ normale che alla fine di una giornata di trattazioni sia i brokers che i potenziali traders si trovino come paralizzati da un mercato che al posto di assecondarli li ostacola. In particolar modo i traders non hanno una vera e propria identità dato che spendono la maggior parte del loro tempo esaminando migliaia di varianti di analisi tecniche oppure confrontandosi con informazioni che non danno risultati misurabili. Eppure molto spesso essi sono disposti anche a pagare prezzi elevati pur di affidare i propri investimenti a persone o cose che possono essere più o meno qualificate finanziariamente.

Di cosa hanno veramente bisogno i traders?

Hanno bisogno di pips, di periodi e di conclusioni. Necessitano di informazione libera e di metodi efficaci e poco costosi, se possibile, per il commercio del forex con soluzioni che funzionino veramente. Spesso l’analisi tecnica o gli stessi consulenti esperti non sono sufficienti e ciò che serve davvero è un piano di trading che statisticamente ha solo il 5% degli investitori; un programma di investimento che però sia basato su sistemi collaudati giorno dopo giorno. I siti web sono stati i primi ha sentire il grido di aiuto dei traders e stanno cercando di creare rapidamente una nuova generazione di piattaforme che possano aiutare in questo senso gli investitori per evitare che essi possano di nuovo inciampare nelle trappole della rete. Le aziende ed i siti web che vogliono aiutare i traders a fare pip sono in largo anticipo sulla concorrenza e soprattutto sono trasparenti circa i loro metodi di supporto. Non ci sono scatole nere o prezzi elevati. Spesso questi siti sono addirittura costretti a riguadagnare la fiducia dell’investitore a causa della mala informazioni di quelli ritenuti “cattivi”.

Come funziona il settore forex?

L’industria del forex è composta da mediatori, educatori, fornitori di sistemi, fornitori di segnale, regolatori e altri fornitori di servizi. Il forex è il commercio delle valute di diversi paesi. Il forex trading è invece un’operazione di acquisto di una coppia di valute il cui andamento nel mercato è in aumento e la cui chiusura sarà determinata da un profitto da parte dell’investitore; tuttavia se la coppia di valute dovesse prendere un andamento negativo allora la chiusura causerebbe un prezzo di minore di profitto. Il trading del forex ha diversi vantaggi. E’ un mercato molto liquido nel quale è possibile ottenere leva sui fondi depositati in un rapporto di 50:1 e al di fuori degli Stati Uniti si può ottenere anche molto di più; inoltre non si paga nessuna commissione per comprare e vendere le coppie di valute.

Le accuse ai protagonisti del mercato forex

Tutti i protagonisti principali del mercato forex sono stati accusati di chiudere un occhio riguardo al fallimento dei forex traders che ogni giorno, ogni mese e ogni anno perdono e continuano a perdere milioni di dollari. L’accusa è quella di non far nulla per insegnare loro la corretta comprensione del forex anteponendo ad essa i propri profitti personali. Ma si è certi che l’industria del forex non stia veramente riconoscendo queste perdite e non se ne stia veramente assumendo la responsabilità?

Conclusione

Le statistiche riportano che i retail forex traders stanno portando a casa risultati scoraggianti visti i dati sul fallimento degli investimenti. Sembrerebbe proprio che i broker spreads, le esecuzioni, la sicurezza dei fondi e siti web dei broker, i metodi di analisi tecnica e i programmi di formazione forex pubblicizzati su internet per fare pips non funzionino come dovrebbero. Il consiglio è quello di analizzare sempre in profondità le proposte di investimento e fare domande prima di impegnarsi in qualsiasi sistema di forex costoso, bisogna essere dunque consumatori intelligenti. Possibilmente cercando di non cadere nelle stesse trappole in cui altri prima di noi sono caduti.

 

Martedì, 01 Ottobre, 2013