L’euro è rimbalzato da una due giorni di forti perdite ieri, anche dopo che il partito greco anti-piano di salvataggio è stato vittorioso nelle elezioni greche, mentre gli indici azionari mondiali sono risaliti sulla fiducia nel nuovo programma QE della Banca centrale europea.

I risultati elettorali hanno spinto verso nuovi livelli di preoccupazione l’instabilità nella zona euro, anche se la possibilità che la Grecia possa lasciare il blocco è considerata remota. La BCE ha annunciato un massiccio piano di acquisto di obbligazioni che dovrebbe aiutare la ripresa dell’economia interna. Secondo alcuni “c’era un sacco di trepidazione nel mercato legato al risultato delle elezioni in Grecia, ma questa mattina la vittoria di Syriza è stata già valutata.

A Wall Street, il Dow Jones .DJI è salito di 6,1 punti, o lo 0,03 per cento, a 17,678.7, l’S & P 500 ha guadagnato 5.27, o lo 0,26 per cento, a 2,057.09, e il Nasdaq Composite .IXIC ha aggiunto 13,88 punti, o lo 0,29 per cento , a 4,771.76.

Una bufera di neve sta piombando su New York e ha svuotato gli uffici di Wall Street ieri e forse anche oggi. Le borse, tra cui il New York Stock Exchange, dovevano essere aperte per le normali ore di funzionamento oggi, ma chissà.

Le scorte di energia sono aumentate dopo che Abdulla al-Badri, segretario generale dell’Opec, ha detto a Reuters ieri che i prezzi del petrolio potrebbero aver raggiunto un minimo e potrebbero muoversi verso l’alto molto presto.

L’indice principale di Atene è sceso, però, e i rendimenti dei titoli greci sono saliti. I rendimenti decennali GR10YT sono saliti a oltre il 9 per cento, mentre il principale indice azionario .ATG è sceso del 3,2 per cento. Dopo l’esito del voto di domenica, l’euro ha colpito il suo minimo più basso nei confronti del dollaro dal settembre 2003 a 1,1098 dollari nel commercio asiatico.

Le richieste di Syriza per una ristrutturazione del debito hanno sollevato la prospettiva di una situazione di stallo tra Atene e altri leader europei, che potrebbe condurre alla famosa e temuta “Grexit”, anche se i mercati finanziari stanno trattando la cosa come un rischio marginale.

Il leader di Syriza, Alexis Tsipras, ha promesso ai greci che i cinque anni di austerità imposta nel quadro di programmi di salvataggio erano finiti. In seguito ha raggiunto un accordo con il partito anti-salvataggio di destra per formare un governo.

Nel mercato del Tesoro USA, intanto, i prezzi del debito sono scesi e i rendimenti dei benchmark a 10 anni del paaese americano hanno tenuto con calma nei pressi del 1,82 per cento, intorno al livello di chiusura di venerdì.

L'articolo L’euro rimbalza appena dopo le elezioni greche, le borse in salita sembra essere il primo su MondoForex.

Martedì, 27 Gennaio, 2015