Tu sei qui

Il Loonie perde forza, gli oratori della Fed sotto i riflettori

Martedì, 27 Giugno, 2017


La svendita dell’USD/CAD si stabilizza nonostante i dati poco brillanti dagli USA

By Arnaud Masset

Dopo la caduta di oltre il 4% nelle ultime sette settimane, l'USD/CAD si sta stabilizzando intorno a 1.3250. Questo forte apprezzamento del loonie è stato piuttosto sorprendente, soprattutto di fronte al crollo dei prezzi del petrolio.

Infatti, i futures dello WTI con consegna in agosto sono scivolati a $43.60 nello stesso periodo, in calo di oltre il 16 %. Sarebbe stato ovvio che il dollaro canadese, che è stato storicamente fortemente correlato con il greggio, avesse seguito i suoi passi.

Dal nostro punto di vista, questa reazione positiva del loonie è dovuta alla concorrenza di due azioni separate. Innanzitutto, l'economia canadese è riuscita a superare la massiccia correzione del petrolio che è iniziata nel 2014 in quanto i produttori di petrolio hanno migliorato l'efficienza, soprattutto nell'industria dello scisto.

Inoltre, l'economia è nuovamente ripartita e si avvicina al suo tasso di crescita medio annuo a lungo termine compreso tra il 3% e il 4%.

In secondo luogo, gli speculatori erano già corti nel CAD prima dell'ultimo crollo del petrolio.

In effetti, hanno cominciato a costruire le loro posizioni corte a seguito dell'ascesa al potere di Trump, in attesa di una più forte relazione commerciale tra gli Stati Uniti e il Canada. Entro il 25 aprile le posizioni nette corte non commerciali hanno raggiunto il 25% del totale degli interessi aperti - come riportato dalla CFTC - e infine hanno toccato il 49% nell'ultima settimana di maggio. Quando raggiunge tali livelli estremi, una correzione è molto probabile. Questo è in realtà ciò che impediva al loonie di cadere ulteriormente. Nel complesso, riteniamo che l’USD/CAD abbia raggiunto un minimo temporaneo e che degli ulteriori guadagni per il loonie siano poco probabili a breve termine.

Martedì, 27 Giugno, 2017
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi



Tassi