Tu sei qui

Il dollaro aiutato dai membri della Fed

Martedì, 22 Settembre, 2015


Il dollaro viene spinto dai commenti della Fed

di Arnaud Masset

Il dollaro USA sta avendo un meraviglioso inizio settimana con i membri della Fed che sostengono la fiducia di un aumento dei tassi nel 2015 da parte della banca centrale USA. Da lunedì il biglietto verde sta guadagnando terreno rispetto alla maggior parte delle valute del G10, indicando che gli investitori credono chiaramente che le opportunità più attraenti di investimento si trovino ancora negli USA. La valuta unica ha perso l'1,02% nei confronti del dollaro mentre il NZD è sceso a -1,16%, il SEK -1,15%, l'AUD -0,54% e il franco svizzero -0,35%.

Uno dopo l'altro, i membri della Federal Reserve continuano ad alimentare l'idea di un aumento dei tassi a settembre. Ora ci chiediamo se i membri della Fed credono veramente che la FOMC sarà in grado di aumentare i tassi prima del 2016 - dato che il mercato sta prezzando una probabilità del 20% di tale evento in ottobre, e del 44% a dicembre, e l'inflazione è ancora al di sotto del target del 2% - o se stanno cercando di diffondere il loro entusiasta ottimismo agli operatori di mercato. Dopo le dichiarazioni dei membri dei vari distretti Fed – William di San Francisco, Bullard di St. Louis, e Lacker di Richmond – il presidente del distretto di Atlanta Lockhart ci ha messo del suo dichiarando di “Avere fiducia che la frase 'di un possibile aumento dei tassi durante l'anno' sia ancora valida”, aggiungendo che “Con il consolidarsi della situazione, sarò pronto per il primo intervento di politica monetaria sulla scia di una normalizzazione del quadro dei tassi di interesse.” Sembra che un'altra serie di “fattori transitori” stia vanificando i piani della Fed. Nel mentre, il Dollar Index si è alzato di oltre il 2% e sta testando la resistenza situata a 96.

Martedì, 22 Settembre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi