Tu sei qui

Euro: rimbalzo di breve a 1,115-1,111

Lunedì, 26 Ottobre, 2015

L’effetto Draghi è partito sul mercato forex spingendo l’euro da 1,150 a 1,10 (-4,35%) in 7 sedute. Adesso? Analisi grafica:

  1. Il cambio sta testando la trend line rialzista partita dai minimi del marzo 2015, è quindi necessario attendere la conferma della rottura o della ripresa della linea;
  2. Il movimento di discesa dai massimi di maggio 2014 a 1,40 trova il primo ritracciamento di Fibonacci del 23,6% del movimento a 1,13 (target rialzista entro fine mese);
  3. Possibile ritracciamento di breve dalla discesa da 1,15 con target di breve il 23,6% a 1,111 e poi la media mobile a 200 a 1,113;
  4. Difficile l’analisi dei debiti pubblici, di inflazione e tassi di Usa e zona Euro con il massiccio interventismo Banche Centrali. Tutte variabili che muovono il cambio.

Operatività: entrare al rialzo solo alla rottura della trend line rialzista su ritracciamento del movimento su un time frame più basso; se prezzi tronano a 1,10 attendere test del supporto ed entrare al break-out del livello senza aspettare il ritracciamento. Nel primo caso lo stop da determinare in base all’ingresso, nel secondo 1,105; target del primo i livelli riportati sopra la punto 2 e 3 mentre nello short il target è 1,085. Prima regola in trading room: il controllo del rischio tramite il money management rigoroso

 

Lunedì, 26 Ottobre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi