Tra i tanti dati macro pubblicati ieri, quello che ha dato maggiore risalto, inflazione Eu.

Tra i tanti DATI macro pubblicati ieri, quello che ha dato maggiore risalto, INFLAZIONE EU. In ulteriore rallentamento, ai minimi ottobre 2009, ad alimentare aspettative di azione da parte della ECB, che vorrebbe innescare inflazione, e ridurre rischi DEFLAZIONE, che è stata confermata in BEL, ITL. Rallentamento inflazione pure per G20 da OECD. Nella normalità, visto il continuo calo dei costi ENERGIA, Materie Prime, costi produzione, calo consumi. Per i dati GER, FF risultati misti. Disoccupazione in leggero rialzo in EU (quella giovanile in ITL su nuovo record max), recupero oltre le attese delle vendite al dettaglio e consumi privati. Sempre in calo i prezzi produzione industriale, e in rialzo il DEBITO pubblico. Rialzato deficit pubblico in PORT, sopra i target EU, e rialzate previsioni per ESP. Tagliate le previsioni di crescita e di inflazione anche per SLOV. Nulla di nuovo. In UK primo leggero calo dei prezzi immobiliari da 17mesi, e rialzato il dato di crescita del 2.trimestre, con un aumento del deficit current account. Anche dagli USA ulteriore calo prezzi immobiliari. Tutto sempre positivo per GBP, che resta domandata, assieme al DOLL, su prospettive di rialzo tassi. Rialzate dalla SECO la crescita in CH, da stagnazione a leggero rialzo, con export/import in positivo. Sul fronte POLITICA, la Corte ESP ha bloccato il referendum per la CATALOGNA. Attese per voto in BRAS, con peggioramento dei fondamentali, e aumento dei timori. In HK proseguono le proteste, manifestazioni, che alimentano la speculazione / riaggiustamento posizioni dei mercati in ASIA. In NORV il fondo oil statale, inizierà a comperare NOK 250mln/giorno da oggi, utilizzando le valute nel fondo. E NKR resta tra le preferite, grazie anche ai suoi fondamentali. Sul fronte INTERVENTI, ieri la volta di URSS, con min.fin. a minacciare introduzione di controllo capitali, se deflussi proseguono elevati. RUBLO nel frattempo in calo ulteriore. E IMF spinge per investimenti infrastrutture per stimolare l’anemica ripresa globale. I DATI CINA hanno confermato il PMI manifatturiero, e si attendono riforme, misure, che alimentano la borsa, con un rialzo marcato. Ieri sono state allentate misure sui mutui, per cercare di “dopare” il settore in crisi. Dal GIAPP lunga serie di dati, con effetti derivati sempre dal rialzo tassa consumi, e in deterioramento marcato ulteriore per settore nuove costruzioni, spese private, produzione auto, produzione industriale. In recupero le vendite al dettaglio, dopo i recenti crolli. E dagli USA, una rinnovata delusione generale, in un mercato che continua ad anticipare un imminente rialzo tassi, sulla scia di dati di crescita in accelerazione. Ieri in calo PMI Chicago marcato, come pure della fiducia consumatori, dopo il calo dei prezzi immobiliari per il secondo mese consecutivo. Sugli INDICI non è piu’ sufficiente il sostegno proveniente dall’ampio numero di IPO, M&A, utili societari, e la fase correttiva di medio termine prosegue il suo corso, anche se a volte “titubante”, sulle prospettive di ulteriori allentamenti monetari. TASSI invariati in INDIA; tagliati in ROM, nelle attese. COMMODITY, PETROLIO, METALLI in cerca di stabilizzazione, formazione di una base, con oversold elevato per ARG. YEN sempre in altalena sincronizzata con NIKKEI, con potenziale di ulteriore spazio correttivo (pro-yen). CHF sempre sui massimi.

Dati economici:

FISCO Fiat inchiesta in Lux da EU – OECD inflazione G20 ago 2.7 da 2.8pc – IPO da gennaio/settembre 851 per doll 187bln, +49pc, con +94pc società – ZINCO ammanco cresce – RAME leggero rialzo, ACCIAIO grezzo calo marcato da ampia offerta, stoccaggi elevati, 3.trim -17pc – EU cpi agosto +0.3, min ott 09, da 0.4pc. Visco fiducia in TLTRO. Disocc 11.5pc inv, -137k – IMF necessari investimenti infrastrutture per stimolare crescita globale anemica – CH yield 10anni 0.59pc. gdp 2.trim +0.2 rivisto da 0.0, nuova metodologia – GER disocc sett +12k a 2.92mln, 6.7pc inv. Vendite dettaglio ago +2.5pc e +0.1anno. Salari medi +1.4pc – UKK prezzi immobiliari -0.2 e +9.4anno da 11.0pc. gdp 2.trim +0.9pc e 3.3anno, invest ind +3.3pc. curr.acc. deficit 23.1bln da -20.5bln – FF debito pubblico 2.trim +23.7bln a 2.023bln, 95.1pc/gdp. Ppi ago -0.3 e -1.4anno. spese consumatori ago +0.7. Moodys rating inv. Sogefi -3.2pc – ITL btp/bund 142, yield 10anni 2.38pc. mancati pagamenti elettricità, telefonia privati per 18bln, e 25pc delle spese condominiali. Disocc ago 12.3pc da 12.6pc, nuovo record max giovanile a 44.2pc. Saras +6.8pc. cpi sett -0.3 e -0.1pc anno. Ppi ago 0.0 e -1.7anno. prezzi gas ++5.4pc, luce +1.7pc – PORT EU rivede al rialzo deficit pubblico a 4.8pc/gdp – ESP debito pubblico prev oltre 10pc nel 2015, per calare dal 2016 – SLOV prev crescita tagliate per 2014-15, inflazione a seguire – URSS rublo in calo, oltre limite interventi, timori di controllo capitali – ROM tassi -25 a 3.0pc – CAD gdp luglio inv, da gas e petrolio. ppi ago +0.2, prezzi materie prime -2.2pc – USA Chicago PMI sett 60.5 da 64.3, fid.cons.sett 86.0 da 93.4 rivisto da 92.4. prezzi immob shiller luglio ulteriore -0.5pc e 6.7anno da 7.4pc. newcorp acq move +30pc, per doll 950mln. Ebay +6.0pc. WallGreen +2.5 – GIAPP Sumitomo -12.1pc. prod.ind.ago -1.5pc. nuove costruz ago -12.5pc anno. Vendite dett +1.9 e +0.2anno. spese private ago -4.7pc. prod.auto ago -6.7pc ulteriore. Disocc 3.5pc inv – INDIA tassi inv 8.0pc. lotta inflazione prosegue – CINA PMI manifatt finale sett 50.2 inv. Allentamento misure pro-mutui – KENIA gdp +25pc, turismo ampio calo. Crescita supera TUNISIA.

Mercoledì, 01 Ottobre, 2014