La coppia GBP/USD permane debole finché i prezzi resteranno al di sotto della resistenza chiave a 1,5274.

EURUSD

L’EUR/USD si consolida dopo il rimbalzo dal minimo a 1,1098. È necessaria una rottura della resistenza oraria a 1,1460 (vedasi anche la linea di tendenza discendente) per lasciare spazio a qualcosa di più di un rimbalzo temporaneo. Un'altra resistenza oraria si attesta a 1,1541 (minimo 20/01/2015). Supporti orari possono essere trovati a 1,1262 (minimo 29/01/2015) e a 1,1224 (minimo 27/01/2015). In un’ottica a più lungo termine il triangolo simmetrico favorisce un'ulteriore debolezza significativa verso la parità. Supporti importanti si trovano a 1,1000 (supporto psicologico) e a 1,0765 (minimo 03/09/2003). Una resistenza si trova a 1,1679 (massimo 21/01/2015), mentre una resistenza chiave si attesta a 1,1871 (massimo 12/01/2015).

GBPUSD

La coppia GBP/USD permane debole finché i prezzi resteranno al di sotto della resistenza chiave a 1,5274. Un supporto si trova a 1,4952. Un'altra resistenza è data dalla linea di tendenza discendente (attorno a 1,5381), mentre un supporto robusto si trova a 1,4814. A più lungo termine, la struttura tecnica è negativa finché i prezzi permarranno al di sotto della resistenza chiave a 1,5274 (massimo 06/01/2015, vedasi anche la linea di tendenza discendente). Si prevede un ritracciamento completo sull’ascesa 2013-2014.

USDJPY

L’USD/JPY ha infranto al ribasso dal triangolo simmetrico e dal supporto a 117,18. Tuttavia, il mancato monitoraggio e il forte rimbalzo successivo lasciano intendere una falsa violazione ribassista. Una resistenza oraria si trova attualmente a 117,88 (massimo intragiornaliero). Un'altra resistenza si trova a 118,87. Supporti orari possono essere trovati a 116,66 (minimo 02/02/2015) e a 115,86 (minimo 16/01/2015). Propendiamo per un giudizio rialzista di lungo termine finché terrà il supporto chiave a 110,09 (massimo 01/10/2014). Sebbene un consolidamento a medio termine sia auspicabilmente in corso, non vi è alcun segnale che indichi la fine del trend rialzista di lungo termine. Un’importante resistenza si trova a 124,14 (massimo 22/06/2007). Un supporto chiave si trova a 115,46 (minimo 17/11/2014). Lo stop-loss della nostra strategia lunga non è stato attivato, pertanto cui la posizione permane aperta.

USDCHF

L’USD/CHF ha infranto la resistenza chiave a 0,9132 (massimo intragiornaliero, vedasi anche il ritracciamento a 61,8%) e quella implicata dalla media mobile a 200 giorni. Altre resistenze possono essere trovate a 0,9368 (minimo 15/10/2014) e a 0,9554 (minimo 16/12/2014). Supporti orari si attestano a 0,9170 (minimo 30/01/2015) e a 0,9080 (minimo intragiornaliero). In seguito alla rimozione del floor EUR/CHF, si è formato un importante top a 1,0240. La rottura della resistenza implicata dal ritracciamento a 61,8% della vendita lascia intravedere un forte interesse all'acquisto. Un'altra resistenza chiave si trova a 0,9554 (minimo 16/12/2014), mentre un forte supporto può essere trovato a 0,8353 (minimo intragiornaliero).

Lunedì, 02 Febbraio, 2015