L’EUR/USD tenta in rimbalzo dal declino dell’ipervenduto. Resistenze orarie possono essere trovate a 1,2988 (massimo 05/09/2014) e 1,3110 (minimo 02/09/2014).

EURUSD

L’EUR/USD tenta in rimbalzo dal declino dell’ipervenduto. Resistenze orarie possono essere trovate a 1,2988 (massimo 05/09/2014) e 1,3110 (minimo 02/09/2014). Un supporto orario si trova ora a 1,2860. A più lungo termine, l’EUR/USD è in una successione di massimi e minimi più bassi da maggio 2014. La violazione del supporto chiave a 1,3105 (minimo 06/09/2013) spiana la strada a un declino verso la forte zona di supporto compresa fra 1,2755 (minimo 09/07/2013) e 1,2662 (minimo 13/11/2012). Una resistenza chiave staziona a 1,3221 (massimo 28/08/2014).

GBPUSD

La coppia GBP/USD punta al rimbalzo dal declino dell’ipervenduto. Resistenze orarie possono essere trovate a 1,6233 (massimo 08/09/2014) e a 1,6340 (massimo 05/09/2014). Un supporto orario si trova ora a 1,6060, mentre un supporto più significativo si attesta a 1,6000 (soglia psicologica e ritracciamento al 50%). A più lungo termine i prezzi sono crollati dopo aver raggiunto massimi a 4 anni. La violazione del supporto chiave a 1,6220 conferma le pressioni di vendita persistenti e apre la strada a un ulteriore declino verso il forte supporto a 1,5855 (minimo 12/11/2013). Una resistenza chiave è attualmente pari a 1,6644.

USDJPY

L’USD/JPY ha violato la robusta resistenza a 105,44 (si osservi altresì il ritracciamento al 61,8% e la linea di tendenza discendente a lungo termine), aprendo la strada a un’ulteriore forza verso la resistenza principale a 110,66. Adesso supporti orari possono essere trovati a 105,71 (massimo 05/09/2014) e a 104,69 (minimo 05/09/2014). Viene favorita un’impostazione rialzista di lungo periodo finché reggerà il supporto chiave a 100,76 (minimo 04/02/2014). La violazione rialzista esterna alla fase di consolidamento tra 100,76 (minimo 04/02/2014) e 103,02 favorisce una ripresa del trend rialzista di fondo. Si osserva una forte resistenza a 110,66 (massimo 15/08/2008).

USDCHF

Ieri l’USD/CHF ha registrato uno spostamento superiore per poi chiudere a un livello significativamente inferiore, suggerendo così un potenziale dissolvimento del momentum rialzista di breve termine. Supporti orari possono essere trovati a 0,9287 (minimo 05/09/2014) e a 0,9250 (resistenza precedente). Una resistenza oraria si ubica ora a 0,9380 (massimo 09/09/2014). Un'altra resistenza si trova a 0,9404 (ritracciamento a 61,8%). In un’ottica di più lungo termine la struttura tecnica prevede la fine della grande fase correttiva iniziata a luglio 2012. La violazione della forte resistenza a 0,9250 (massimo 07/11/2013) spiana la strada a un movimento verso la prossima solida resistenza a 0,9456 (massimo 06/09/2013). Ora si osserva un supporto chiave a 0,9104 (minimo 22/08/2014).

Mercoledì, 10 Settembre, 2014