Tu sei qui

Un'altra chiusura in rosso per Piazza Affari

Giovedì, 02 Luglio, 2015

Performance in peggioramento per l'azionario italiano nel pomeriggio. Piazza Affari accumula i ribassi maggiori tra le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente. L'attenzione dei mercati rimane concentrata sul dossier greco in attesa della scadenza di domenica, data per la quale è atteso un referendum popolare sulle proposte dei creditori.
Al termine delle negoziazioni il *Ftse Mib *italiano cede l'1,46% e il *Ftse Italia All Share *perde l'1,36% mentre il *Ftse Italia Star *lascia al mercato lo 0,93% per cento.

Pesano sulla Borsa di Milano soprattutto le cattive performance del comparto bancario. Unicredit *cede l'1,93%. Dopo la recente vendita di crediti deteriorati da 625 milioni di euro e di un portfolio da 205 milioni di euro di 38 immobili, adesso la banca di Piazza Gae Aulenti studierebbe nuove vendite di non performing loan immobiliari per 1,2 miliardi di euro secondo quanto riportato da MF. Il gruppo ha annunciato oggi il potenziamento del segmento Private Banking e la creazione del nuovo segmento Wealth Management, riservato alla clientela con disponibilità finanziarie superiori ai 5 milioni di euro. *Intesa Sanpaolo *cede il 2,57% ed *Mps *il 2,94% dopo l'ingresso dello Stato con il 4% del capitale che ne fa il primo socio e probabilmente gli dona un ruolo nelle probabili future trattative per un'alleanza con un partner bancario. In rosso anche *Bpm (-2,68%) e Ubi Banca (-2,72%).

Vanno segnalati i movimenti di Enel (-0,39%), Terna (-0,05%) e Snam (+1,44%) i cui bond sono stati inseriti nella lista aggiornata dei titoli che la Bce può acquistare nell'ambito del piano di acquisti di ABS. Questo ha consentito ai loro titoli di arginare in maniera importante le pulsioni ribassiste della giornata, anche se in generale il comparto energetico europeo oggi ha ricevuto spinte al rialzo dalla decisione in Germania di non introdurre una nuova imposta sul carbon fossile. *Enel Green Power *chiude la seduta sul riferimento, mentre *A2A *cede al cattivo sentiment dei mercati con un -2,44% nonostante le novità sui dividendi da EPCG.

Giovedì, 02 Luglio, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi