Nel report di oggi dedichiamo ampio spazio ad una importante multinazionale che vanta un invidiabile track record.

58 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - Nel report di oggi dedichiamo ampio spazio ad una importante multinazionale che vanta un invidiabile track record, con incrementi consecutivi dei dividendi dal 1957 ad oggi. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF, inseriamo oggi nel modello un nuovo fondo ad elevata cedola trimestrale sui paesi emergenti che raggruppa in un unico strumento i 400 titoli con i dividendi più elevati. La settimana appena trascorsa ha fatto segnare nuovi massimi storici per i nostri portafogli, che hanno beneficiato del forte rialzo del dollaro, dopo il varo del massiccio piano di intervento da parte della BCE a sostegno dell'economia, con acquisti di titoli di stato per un controvalore di 60 miliardi al mese per i prossimi 18 mesi. Dopo l'annuncio, superiore rispetto alle attese dei mercati, il tasso di cambio euro dollaro si è spinto sotto quota 1,12, raggiungendo i valori massimi dal 2003 ad oggi e portando diffusi rialzi per i titoli dei nostri modelli. Nonostante i forti progressi ottenuti nelle ultime sedute, continuiamo ad identificare singole società leader che presentano ancora livelli di sottovalutazione in borsa e dividendi in costante crescita. In questo contesto, nel report di oggi dedichiamo ampio spazio ad una importante multinazionale nel settore industriale, che presenta alle attuali quotazioni interessanti potenziali di apprezzamento, dopo il recente annuncio di incremento del 10% della cedola trimestrale. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio.

Top Analisti – Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 240 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Dal 1 gennaio 2009 ad oggi il modello vanta crescite record, con una performance pari a +155,2%, contro un rendimento dell’indice S&P500 pari a +120,0% nello stesso periodo. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Nuovo BUY- Dividendi in crescita dal 1957 e target analisti +60% nei prossimi 3-5 anni

Principali motivazioni di acquisto: lo scorso novembre il consiglio di amministrazione di questa società ha deliberato un incremento del 10% del dividendo trimestrale, portando a 58 anni consecutivi l'incremento della cedola corrisposta agli azionisti. Solamente sei società sulle oltre 5000 quotate attualmente a Wall Street possono vantare un simile primato e su queste basi il titolo si conferma come una posizione strategica per il nostro portafoglio a dividendo Top Analisti. In aggiunta, nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo un giudizio elevato di quattro stelle, con un differenziale pari a +60% dal valore indicato per la vendita evidenziando una sottovalutazione in borsa del titolo.
Descrizione del business: Fondata nel 1890, ed oltre 115.000 dipendenti, l’azienda fornisce una gamma molto ampia di prodotti e servizi tecnologici con ben 220 centri di produzione in tutto il mondo. La società è una multinazionale con entrate particolarmente diversificate:  il 43% dei ricavi deriva attualmente dagli Stati Uniti, il 21% dall'Europa, il 23% dall'Asia, e il 13% da altri paesi del mondo. La struttura operativa è divisa in cinque distinte aree di business:

Gestione di automazione dei processi - E’ attualmente il principale segmento di  business della società e fornisce sistemi industriali di controllo e monitoraggio. Un terzo delle entrate da questo particolare segmento proviene direttamente dagli Stati Uniti, con il resto equamente distribuito tra Europa, Asia, e il resto del mondo.

Energia e reti - Questa unità di business fornisce prodotti e soluzioni specifiche per data center e reti di telecomunicazione, incluso sistemi di alimentazione AC, DC, e sistemi di raffreddamento. Il 40% delle entrate di questo particolare segmento proviene dagli Stati Uniti, con l'Asia al secondo posto e un 34% dei ricavi.

Automazione Industriale - Questo segmento fornisce una grande varietà di prodotti di automazione per le aziende, comprese attrezzature industriali, sistemi di alimentazione, motori, sistemi di trasmissione di potenza meccanica e automazione dei fluidi. I ricavi di questo particolare segmento provengono principalmente dall'Europa e dagli Stati Uniti, con una quota minore in Asia.

Tecnologie per il clima - Il segmento fornisce compressori, sistemi di controllo della temperatura e sistemi di riscaldamento, climatizzazione e refrigerazione per abitazioni private e imprese. Poco più della metà degli introiti provenienti da questo particolare segmento proviene dagli Stati Uniti, mentre il resto si sviluppa abbastanza equamente nelle altre aree del mondo.

Apparecchi e strumentazioni - Il  segmento fornisce una varietà di prodotti che spaziano dai motori commerciali ai ventilatori da soffitto. Oltre l'80% delle entrate di questo particolare segmento proviene dagli Stati Uniti.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 58 anni consecutivi. Il dividendo attuale è pari al 3,2% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 55%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari all' 8,1% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi tassi di crescita conseguiti nell’ultimo quinquennio, tra dieci anni il dividendo potrebbe già attestarsi al 7% per raggiungere il 15% annuo tra 20 anni.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 10,1% annuo composto. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili pari all' 8% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 13,8 volte gli utili attesi per il prossimo esercizio. La capitalizzazione attuale è pari a 40 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,7 volte.
Performance in borsa: Dal 1 gennaio 1972 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +1.456%.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 25 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,7 su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell). Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo del 2% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo fino ad un massimo del 4% nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari a 3,2%, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe crescere di circa 47%  dai livelli attuali e questo fattore ci spinge ad aumentare l'esposizione sul titolo.
Azione: su queste basi, utilizziamo la liquidità derivante dagli ultimi dividendi incassati acquistando in data di oggi ulteriori 42 azioni, portando il controvalore complessivo investito sul titolo a 310 azioni, con una quota pari all’1,6% del portafoglio. Comprare in data di oggi il titolo fino a portarsi sulla percentuale suggerita.

ETF Italia – Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine. Dal 1 gennaio 2009 ad oggi, il modello segna una performance pari a +73,1%, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Dividendo medio 6,6% annuo - Nuovo ETF a cedola trimestrale sui paesi emergenti

Più volte abbiamo sottolineato nei nostri precedenti report l'importanza delle economie emergenti nella crescita economica globale. Questo trend viene confermato nuovamente dalle ultime previsioni del Fondo Monetario Internazionale uscite l

Martedì, 27 Gennaio, 2015