Tu sei qui

Mps in luce dopo il via libera della Bce

Giovedì, 14 Maggio, 2015

Titoli del comparto bancario sopra la parità a Piazza Affari in tarda mattinata. L'indice di settore Ftse Italia All Share Banks segna un rialzo dello 0,28%, ma ospita performance spesso divergenti tra i maggiori brand del mondo del credito italiano. La seduta si mostra senz'altro positiva per Mps, che registra un rialzo dell'1,61% e si avvantaggia del via libera della *Bce *all'aumento di capitale da 3 miliardi di euro e al ripagamento di 1,071 miliardi di *Monti bond *che avverrà subito dopo l'aumento di capitale (più 45 milioni di euro collegati agli stessi bond).

Sulla base delle informazioni fornite dalla banca senese all'Eurotower dopo il completamento dell'aumento di capitale (con relativa emissione di nuovi titoli) e il pagamento dei Monti bond, anche tenendo in considerazione il collocamento di azioni ordinarie di Mps di nuove emissione al Ministero del Tesoro come pagamento dei 243 milioni di euro di interessi accumulati, il ratio pro-forma di fine 2014 del CET 1 *(il common equity tier 1 ratio che rappresenta uno dei più importanti criteri di patrimonializzazione delle banche) dovrebbe passare dall'8,7 all'11,4%, comprendendo nel calcolo del ratio pro-forma al primo gennaio 2015 anche le National Discretions 2015 (ossia delle previsioni del Comitato di Basilea che consentono di applicare gli standard di questo super-regolatore delle banche tenendo conto delle differenze tra i sistemi finanziari locali) si passa a un CET1 del *10,7 per cento.

In realtà la Bce evidenzia anche che questo percorso consente di compiere dei passi avanti anche in direzione di altre due previsioni del Capital Plan previsto per MPS, cioè la gestione delle esposizioni su crediti deteriorati *e la *ristrutturazione *che comprende anche operazioni di *fusionecquisizione.

Giovedì, 14 Maggio, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi