Come era nelle attese, oggi è stato lanciato il tanto atteso Quantitative Easing targato Bce. L’istituto guidato da Mario Draghi ha annunciato un programma di acquisto di titoli di Stato per oltre 1.000 miliardi di euro, nella parte alta delle aspettative del mercato. A partire da marzo e fino al settembre del 2016, la Bce ogni mese acquisterà 60 miliardi di euro di titoli di Stato e obbligazioni emesse da privati che abbiano un giudizio "investment grade". A raffreddare l’entusiasmo degli investitori è la condivisione del rischio tra la Bce e le banche nazionali dei singoli Paesi.

In questo contesto l’indice della City, il Ftse100, ha terminato in rialzo di oltre un punto percentuale (+1,02%) fermandosi a 6.796,63 punti mentre a Francoforte il Dax è salito dell’1,32% a 10.435,62. Incremento dell’1,52% per il Cac40 a 4.552,8 e +1,7% dell’Ibex che ha chiuso a 10.510,6.

Giovedì, 22 Gennaio, 2015