Tu sei qui

Il Ftse Mib future tenta di dare la spallata ai 23000 punti ma fallisce

Giovedì, 14 Maggio, 2015

Il Ftse Mib future tenta di dare la spallata ai 23000 punti ma fallisce. Il future Ftse Mib ha tentato con i massimi intraday di quota 23045 di superare la forte resistenza di area 23000/10 ma si ritrova a fine seduta a 22845 punti, ancora in vista dell'ostacolo ma comunque al di sotto di esso. Nel frattempo sul grafico intraday si e' venuto a creare un potenziale doppio massimo, figura ribassista che verrebbe confermata sotto i 22575 punti circa. In quel caso attesa la ricopertura del gap rialzista dell'8 maggio con base a 22510 e con la violazione di quel supporto target a 21450 circa, 38,2% di ritracciamento del rialzo dai minimi di dicembre e media mobile a 100 giorni. Oltre i 23050 punti il future avrebbe invece la possibilita' di testare a 23270 la trend line ribassista disegnata dal top del 15 aprile, resistenza oltre la quale il target si sposterebbe in area 23700. La debolezza dei bond e' uno dei motivi principali per le incertezze della borsa in questa fase, i tassi sulle scadenze piu' distanti stanno salendo, sia per quelli periferici sia per quelli del "core" dell'area euro come il Bund (il decennale tedesco rende ora lo 0,7% conto lo 0,05% circa di meta' aprile), e questo irripidirsi della curva dei tassi mette in difficolta' anche l'azionario, dal momento che a tassi in aumento corrisponde un euro piu' forte, in particolare contro dollaro. La risalita del Btp future al di sopra di area 136 sarebbe da leggere come un fattore positivo anche per il Ftse Mib, discese al di sotto dei recenti minimi di 132,20 circa potrebbero invece innescare una nuova fase di ribassi anche per la borsa.

(AM)

Giovedì, 14 Maggio, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi