Finmeccanica ha terminato il primo semestre del 2015 con un risultato netto pari a 111 milioni di euro rispetto alla perdita di 39 milioni di euro registrata nei primi sei mesi del 2014, mentre il risultato netto ordinario (senza considerare le attività del settore Trasporti in corso di dismissione) si è attestato a 91 milioni di euro contro il rosso di 61 milioni del primo semestre 2014. Nel periodo gennaio-giugno i ricavi sono saliti del 4,6% a 5.973 milioni di euro, mentre gli ordini si sono attestati a 5.539 milioni, in calo del 4,4% ma superiori alle previsioni. "Il calo rispetto al corrispondente periodo del 2014, inferiore al previsto anche grazie al favorevole impatto del cambio, è attribuibile agli importanti ordini straordinari di cui avevano beneficiato i settori Elicotteri e Aeronautica", ha sottolineato la società guidata da Mauro Moretti in una nota.

Finmeccanica ha mantenuto le stime per l'intero 2015: "In considerazione dei risultati ottenuti nei primi sei mesi del 2015 e delle aspettative per il successivo semestre, si confermano le previsioni per l’intero anno formulate in sede di predisposizione del bilancio al 31 dicembre 2014".

Giovedì, 30 Luglio, 2015