Nella zona euro "la maggior parte degli indicatori suggeriscono che sta prendendo piede una ripresa economica sostenuta". A dichiararlo nel corso di un intervento a Francoforte è stato il presidente della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi, a distanza di una settimana dalla partenza del quantitive easing (qe) europeo. "La fiducia delle imprese e dei consumatori migliora - ha aggiunto Draghi - e le previsioni di crescita sono state riviste al rialzo. E il credito bancario sta migliorando sia sul lato della domanda sia da quello dell'offerta". Questo, afferma il governatore della Bce, significa che "possiamo essere giustamente ottimisti sulle prospettive". Draghi ha tuttavia rimarcato che "questo non significa che possiamo riposare sugli allori. Al contrario, questa ripresa ci fornisce una finestra di opportunità, con le condizioni di portare avanti le riforme che rendano la zona euro meno fragile e meno vulnerabile agli shock".

Martedì, 17 Marzo, 2015