Il mercato forex, cioè la negoziazione mediante compravendita di valute diverse (Forex trading, cioè Foreign Exchange, Cambio di valute estere) è stato storicamente prerogativa delle principali istituzioni finanziarie: Banche Centrali, grandi istituti bancari, merchant banks o fondi di investimento. Negli ultimi anni, tuttavia, grazie alla diffusione delle reti telematiche veloci, è stato possibile rendere disponibile il mercato Forex anche agli utenti privati, che mediante un computer e un collegamento Internet sono in grado di accedere a piattaforme di trading Forex che non hanno nulla da invidiare a quelle dei grandi operatori.

Si deve tener presente che i CFD sono un prodotto soggetto ad effetto leva e che quindi possono comportare la perdita di tutto il vostro deposito iniziale. La negoziazione di CFD potrebbe non essere indicata per voi, quindi accertatevi di aver ben compreso i rischi connessi.

E’ dunque ora possibile a chiunque visualizzare in tempo reale l’andamento delle quotazioni del mercato Forex, cioè tipicamente il prezzo di acquisto di una certa valuta espresso in termini di un’altra valuta, prezzo soggetto a variazioni continue legate a un gran numero di variabili, sia sostanziali, relative cioè all’andamento dell’economia del paese al quale quella valuta appartiene, che tecniche, legate alle modalità specifiche di scambio proprio del mercato Forex, che prevedono scadenze fisse di alcuni tipi di contratto, momenti particolari dell’anno, del mese o della settimana nei quali hanno luogo particolari movimenti del cambio, ed eventi simili.

Il primo dei due settori di analisi del mercato Forex, come qui sopra accennato, è detto il settore dell’analisi fondamentale, che è orientato a studiare i fattori concreti che possono portare una valuta a perdere valore rispetto a un’altra, valutando una serie di indicatori focalizzati sull’economia del paese in oggetto, quali il prodotto interno lordo (PIL), l’occupazione, l’inflazione, e molti altri.

Dal punto di vista invece delle modalità tecniche di negoziazione tra valute diverse, nel senso ad esempio di orari di apertura dei mercati, di zona geografica nella quale avvengono le trattazioni, di giorno della settimana o del mese, di andamenti particolari del grafico che visualizza il rapporto di cambio tra una divisa e l’altra, il mercato Forex può essere sottoposto all’altro tipo di studio, detto di analisi tecnica, che prescinde dai fattori sostanziali che stanno dietro agli andamenti dei tassi di cambio, ma evidenzia solo aspetti appunto tecnico-operativi tipici del mercato Forex considerato.
Il mercato Forex mondiale è attivo in generale 24 ore su 24 per 5 giorni alla settimana, dal Lunedì al Venerdì. L’importo scambiato sul mercato della finanza Forex nel 2007 è stato superiore ai 3.000 miliardi di dollari USA, una cifra decisamente ragguardevole che fa del trading Forex il mercato più grande e più liquido dell’intero panorama planetario.

Il mercato Forex funziona tipicamente su coppie di valute: ogni divisa può essere espressa in termini di un’altra, e gli operatori offrono (o domandano) in ogni momento una valuta a un certo prezzo, cercando una controparte disposta a comprarla (o venderla) al prezzo proposto. Il grande numero di coppie di valute disponibili sul mercato Forex fa sì che sia sempre possibile trovare una coppia soggetta a una particolare volatilità, con andamenti variabili nel breve periodo anche di percentuali rilevanti, sulle quali il negoziatore (Forex trader) abile può cercare di guadagnare margini interessanti. Il tipico metodo per guadagnare col Forex è acquistare una valuta a un certo prezzo, e riuscire a rivenderla entro un certo lasso di tempo a un prezzo più alto.