Indicatore Produzione Industriale

L’indicatore economico di analisi fondamentale per il dollaro, Industrial Production su base mensile, misura la variazione del valore totale della produzione (output) del settore manifatturiero, estrattivo, del gas e dell’elettricità, corretto dall’inflazione, quindi misura la produzione in termini reali. L’anno di riferimento per questo indice è il 2002, con un livello di 100. Ciascun indice che compone Industrial Production è ottenuto applicando la formula di Fischer. Se l’indice cresce mese dopo mese è un buon segnale di un economica in salute e in espansione. Dal suo calcolo vengono esclusi diversi settori come quello delle costruzioni, della produzione agricola, commercio, imprese di servizi e trasporti. Questo indicatore permette di identificare l’inizio e la fine di periodi di sviluppo o declino economico in anticipo rispetto ad altri indicatori, pertanto Industrial Production è una delle misure più importanti dell’attività economica.
Questo indice, come abbiamo detto, considera il valore dei beni e dell’energia prodotto internamente, destinati al consumo o all’esportazione. Un valore superiore alle attesa di questo indice è ottimo per la valuta nazionale e per i mercati finanziari, poiché questi dati forniscono indicazione sul benessere dell’economia, poiché mettono in evidenza la produzione industriale delle fabbriche.
In congiunzione con questo indicatore viene generalmente rilasciato anche Capacity Utilization Rate, che sarebbe il tasso di capacità di utilizzazione degli impianti, che misura le risorse che sono state utilizzate dalle aziende manifatturiere, estrattive, ecc. questo indicatore viene definito un indicatore di inflazione, poiché se tutti gli impianti e le risorse sono stati sfruttati al massimo della loro capacità produttiva, ciò genera un aumento dei costi sui prodotti finali per fronteggiare un eccessivo aumento della domanda. Quindi ne fanno le spese i consumatori, che avranno una riduzione del loro potere d’acquisto.
Pertanto, questo tasso nasce dal rapporto tra la produzione industriale / capacità produttiva. Generalmente un tasso di utilizzazione degli impianti superiore all’85% dà indicazioni che potrebbero avvenire nel breve un aumento dei costi, con conseguente aumento dei prezzi dei prodotti finali. L’impatto sulla valuta in questo caso è anche positivo poiché un aumento dell’inflazione, fino ad un certo livello, spinge all’apprezzamento della valuta poiché indurrà la Fed ad aumentare i tassi d’interesse per compensare l’aumento dell’inflazione.

Fonte: Federal Reserve Board  (www. Federalreserve .gov)
Frequenza: mensile, viene rilasciato verso la metà del mese successivo al quale si riferisce.
Impatto valuta dollaro: Medio impatto, un valore superiore alle previsione produce un apprezzamento del dollaro, al contrario un valore inferiore alle previsioni genera un deprezzamento del dollaro.

Fare pratica usando Produzione Industriale

Allo scopo far pratica con l’uso dell Accumulation/DL, noi vi consigliamo di scaricare un _software di grafici_ e applicare l’indicatore sui grafici tempo reale delle principali coppie valutarie.

A questo proposito, noi consigliamo la piattaforma di trading plus500. Si tratta di uno strumento potentissimo, facile da usare, che vi permette di praticare compravendita senza dover studiare una piattaforma troppo sofisticata. Dovrete soltanto scaricare, installare e aprire demo account gratuito, così potrete applicare sostanzialmente ogni indicatore tecnico che vorrete, su tutti i grafici dei trend giornalieri, siano essi di coppie valutarie o materie prime.