Indicatore Fibonacci

Fibonacci, anche conosciuto come Leonardo Pisano oppure Leonardo Bonacci oppure Leonardo da Pisa, fu un matematico di origine Italiana. Le idee alla base dei suoi lavori trovano anche un’applicazione pratica nell’analisi tecnica, oltre ad innumerevoli altre scienze. La cosiddetta serie di Fibonacci, costituisce un’utile applicazione per individuare le soglie di rintracciamento di un trend. Partendo dal suo lavoro, nella sequenza dei numeri di Fibonacci, ciascun numero è la somma dei precedenti due numeri, s’inizia con 0 e 1, e poi procede la serie. La composizione completa è la seguente: 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377, 610, e cosi via. Come vedete nell’esempio se sommiamo i primi due numeri 0 e 1, abbiamo il terzo numero che uguale a 1, sommando il secondo e il terzo numero nella serie (1+1) , abbiamo il quarto ( uguale a 2) e cosi via. Più si procede nella sequenza, più i due numeri consecutivi, effettuando il rapporto di divisione dell’uno rispetto all’altro, otteniamo un’approssimazione del Golden Ratio (approssimativamente 1:1.618 o 0.618:1) che misura il rapporto ideale tra due numeri. Provate a fare il rapporto per esempio seguendo il nostro esempio sopra tra due numeri consecutivi 233/377 oppure 377/610 il risultato è di 0.6180.. rappresentando il Golden Ratio.

Questa serie di numeri oltre ad avere una applicazione, in altre discipline, è utilizzata anche nel trading, in particolare oggi vediamo il rintracciamento di Fibonacci.

L’utilità nel trading della seria di Fibonacci consiste nella considerazione logica che anche in un trend molto sostenuto si possono verificare delle correzioni o meglio rintracciamenti naturali che non vanno a invalidare la tendenza principale. Per esempio se abbiamo un trend sostenuto al rialzo, con Fibonacci possiamo calcolare il rintracciamento potenziale a 38.2%, a 50%, 61.8%, queste soglie sono le più utilizzate, anche se graficamente i software ne rappresentano di più, in particolare ogni soglia rappresenta un possibile target, fino a 61.8% in seguito al quale si può ragionevolmente ritenere che siamo in presenza di un cambiamento di trend o tendenza.

Il rintracciamento di Fibonacci, graficamente rappresentano delle linee orizzontali che incontrano la linea di trend ai livelli (rintracciamenti) 0.0%, 23.6%, 38.2%, 50.0%, 61.8%, 100%, quindi prima si parte da un punto di massimo o minimo e si giunge al punto opposto di minimo o massimo che descrivono il trend, cosi graficamente avremo una linea verticale che descrive il trend, tagliata da linee orizzontali per ogni target di rintracciamento. Lo scopo è cercare di capire dopo una fase di trend, quale potrebbe essere un rintracciamento o un rimbalzo del trend. La serie di Fibonacci descrive proprio questo andamento, descrivendono i livelli, inoltre quando coincidono con punti di supporto o resistenza questi punti sono ancora più significativi.

Fibonacci indicatore

Come potete vedere dal grafico, siamo partiti dal punto 93.65 e abbiamo tracciato la linea rossa fino al punto di massimo a 101.45, che descrivere il trend al rialzo. Le linee orizzontali descrivono il rintracciamento che è avvenuto del trend (il software fa tutto in automatico basta applicare la funzione), se notate bene per ogni canale determinato da due linee orizzontali ci sono state fasi di correzioni laterali, la rottura non è stata immediata, ma sono stati punti logici testati più volti dalla coppia di valute usd/jpy. Da 0 a 100 abbiamo la correzione totale del trend precedente. In questo momento abbiamo una correzione dello 61.8%, nulla toglie che il trend potrebbe ripartire di nuovo al rialzo, in continuazione del trend primario giornaliero tracciato. Queste linee descrivono le fasi di trend e i rintracciamenti, che in una logica di lungo periodo potrebbero considerarsi normali, senza pregiudicare il trend principale, delle fasi che si interpongono all’interno di un trend primario, naturalmente superato la correzione dello 0.618% è naturale aspettarsi che il trend sia finito, ma prima di questo livello 0.618 il trend potrebbe mantenere la sua tendenza principale, si interrompe con delle pause (i rintracciamenti) ma non termina.

 USD JPY

Questo scenario è uno dei tanti possibili, gli strumenti di Fibonacci danno un’idea generale del movimento dei trends, se utilizzati per bene, ci vuole pratica come in ogni cosa, saranno molti utili nell’attività di trading.

 

 

 

Fare pratica usando Fibonacci

Allo scopo far pratica con l’uso dell Accumulation/DL, noi vi consigliamo di scaricare un _software di grafici_ e applicare l’indicatore sui grafici tempo reale delle principali coppie valutarie.

A questo proposito, noi consigliamo la piattaforma di trading plus500. Si tratta di uno strumento potentissimo, facile da usare, che vi permette di praticare compravendita senza dover studiare una piattaforma troppo sofisticata. Dovrete soltanto scaricare, installare e aprire demo account gratuito, così potrete applicare sostanzialmente ogni indicatore tecnico che vorrete, su tutti i grafici dei trend giornalieri, siano essi di coppie valutarie o materie prime.