Indicatore ADX

L’indicatore di analisi tecnica conosciuto come ADX (Average Directional Index) è stato inventato da J. Welles Wilder, con lo scopo di valutare la forza del trend, sia al rialzo o al ribasso. L’ADX è un oscillatore che varia da 0 a 100, ma valori sopra 60 sono rari, un valore sotto 20 indica un debole trend, invece valori sopra 40 indicano un trend forte. Questo indicatore, non viene utilizzato per indicare se il trend è al ribasso o al rialzo, ma semplicemente per misurare la sua forza. Un uso molto importante di questo indicatore consiste nell’identificare il mercato in trading range o in trend, un Adx inferiore a 20 indica un mercato in trading range, invece un ADX che passa da un valore inferiore a 20 ad uno superiore indica si sta sviluppando un in quel determinato mercato, che sia un indice, o una azione o una coppia di valute.

Generalmente si fanno queste distinzioni, anche se sono da valutare e da mercato a mercato, e anche da adattare con piccole modifiche, precisamente: un ADX compreso tra 10 e 15 si può definire il mercato come flat, con valori tra 16 e 25 lo si può definire come in trading range, mentre con valori tra 26 e 40 si può definire il mercato come in trend. Infine, valori maggiori di 41 identificano una situazione di ipertrend.

Indicatore ADX

Come si vede dal grafico, la curva in nero è l’ADX, invece le altre due linee tratteggiate, che noi abbiamo disegnato di colore verde e giallo sono due indicatori che compongono l’ADX.

L’adx è derivato da due indicatori: Positive Directional Indicator (+DI) e Negative Directional Indicator (-DI). +DI misura la forza del movimento al rialzo, invece -DI misura la forza del movimento al ribasso su un dato periodo, generalmente viene utilizzato un periodo di 14 barre, ma può essere modificato e adattato secondo le esigenze del mercato. I segnali di vendita o acquisto sono generati dagli incroci degli indicatori +DI e -DI, precisamente quando +DI si porta sopra –DI, e viceversa quando -DI si porta sotto +DI. C’è da dire che questo sistema quando il mercato è in trading range può produrre molti falsi segnali, quindi come ogni altro indicatore bisogna che sia utilizzato in congiunzione con altri in modo tale da confermare i segnali evitando le divergenze e i falsi segnali.

Per riassumere, l'ADX indica se il mercato è in trading o meno, ma, nel caso sia in trend, non indica la sua direzione, ma la sua forza.

Fare pratica usando ADX

Allo scopo far pratica con l’uso dell Accumulation/DL, noi vi consigliamo di scaricare un _software di grafici_ e applicare l’indicatore sui grafici tempo reale delle principali coppie valutarie.

                                         Per iniziare a fare trading usando ADX    Clicca Qui