Quando si inizia a fare trading sul forex con una piattaforma demo solitamente il broker mette a disposizione 100.000$ virtuali. Con una somma così importante, e soprattutto virtuale, non si fa molta attenzione alla grandezza della posizione che si apre e il rischio che comporta.

Invece imparare a conoscere i vari tipi di contratti che è possibile negoziare ci aiuta a monitorare il nostro rischio e a calcolare la grandezza corretta della posizione da aprire.

Prima di elencare i contratti è importante precisare cosa sia un pip. La vecchia definizione di pip era “il movimento minimo che il prezzo di una coppia può avere”. Non è più così con la comparsa dei broker che quotano i prezzi con 5 cifre decimali e non più solo 4. Un pip comunque rimane la quarta cifra decimale per le principali coppie di valute mentre per le coppie con lo Yen un pip è la seconda cifra decimale.

I contratti forexFacciamo un esempio: con un broker che quota il prezzo a 4 cifre decimali, se il prezzo del cambio EUR/USD sale da 1,4785 a 1,4786 è salito di un pip. Se scende da 1,4786 a 1,4783 è sceso di 3 pip.

Con un broker a 5 cifre decimali lo spostamento da 1,47356 a 1,47366 è considerato un pip.

Per il cambio EUR/JPY ad esempio si guarda la seconda cifra decimale quindi lo spostamento da 130,69 a 130,70 è un pip, mentre con i broker che quotano una cifra decimale aggiuntiva lo spostamento da 130,706 a 130,716 è considerato un 1 pip. Spero sia chiaro perché è un concetto basilare.

Ora che abbiamo capito cos'è un pip possiamo vedere quali sono i principali contratti nel forex:

 
  1. Lotti Standard

    Il valore nominale di un lotto standard è di 100.000 Dollari. Non sarebbe fattibile da negoziare per i trader retail senza la leva finanziaria. Con la leva con una piccola quantità di capitale quindi possiamo controllare uno o più lotti standard. Ovviamente, seppur non dobbiamo versare i 100.000 Dollari per acquistare il contratto, siamo soggetti al rischio di mercato che un contratto così grande comporta. Per questo è importante capire quanto vale ogni pip.

    La quota precisa per pip varia a seconda della coppia negoziata, tuttavia vale circa 10$ a pip. Questo vuol dire che se io apro una posizione con 1 lotto standard e i prezzi si muovono di 30 pip, io avrò guadagnato o perso 300$ (30x10$=300$), o l'equivalente di ciò se il mio account è in €.

  2. Mini Lotti

    Il valore nominale dei mini lotti è di 10.000 Dollari e ogni pip equivale ad 1$.

    Quindi se apro 1 lotto e i prezzi si muovono di 50 pip, io guadagnerò o perderò 50$ (50x1$=50), o l'equivalente di tale somma se il mio account è in €.

  3. Micro Lotti

    Il valore nominale di un micro lotto è di 1000$ e ogni pip equivale a 0,10$.

    Di conseguenza se apro 1 micro lotto e i prezzi si muovono di 70 pip, avrò perso o guadagnato 7$ (70x0,10$=7$), o l'equivalente in € di tale somma.

Se il vostro broker offre CFD e non lotti Forex il discorso è leggermente più complicato. Tuttavia i broker generalmente vi vengono incontro indicandovi quanto perdereste se i prezzi raggiungessero lo stop loss. In questo caso, per calcolare il costo di un pip basterà dividere tale somma per i pip che ci sono tra il prezzo di entrata e lo stop loss.

Ora che sappiamo quali sono i contratti e il valore dei pip, possiamo parlare della grandezza della posizione da aprire nel prossimo articolo.