La coppia di valute GBP/USD (British Pound/U.S. Dollar) esprime il tasso di cambio tra il dollaro americano ( the quote currency) e la valuta base, la sterlina. Quindi per esempio se il tasso di cambio tra gbp usd è di 1.6, significa che per comprare una sterlina Inglese abbiamo bisogno di 1.6 dollari americani, e viceversa con 1.6 dollari americani possiamo comprare un pound.

Nel gergo del trading gbp/usd è conosciuta come “Cable”, per semplicità gli operatori quando si riferiscono alla coppia di valute gbp usd, utilizzano il termine Cable. Il nome deriva dal fatto che in origine, i prezzi di acquisto e vendita, bid e ask, prima venivano trasferiti da New York a Londra via cavo. Il tasso di cambio, tra due valute, esprime la forza di un paese nei confronti di un altro, cosi gbp/usd mette in relazione la forza competitiva dell’economia della Gran Bretagna con quella Americana. L’economia della Gran Bretagna è molto prosperosa, e riveste un ruolo importante negli scambi finanziari. La maggior parte delle transazioni forex avvengono proprio a Londra, che rappresenta il centro degli scambi internazionali.
Prima della prima e seconda guerra mondiale, l’economia della Gran Bretagna era la più prosperosa, poi divenne quella Americana la più potente, ma nonostante tutto U.K. ha conservato la sua reputazione restando il centro degli scambi mondiali, dove il settore finanziario resta uno dei più importanti di tutta l’economia U.K.
Anche se U.K fa parte dell’Unione Europea, la Gran Bretagna mantiene la propria valuta, restando fuori dall’unione monetaria.
Gbp/usd, nei giorni nostri è una coppia di valute molto volatile, il movimento settimanale in termini percentuali è molto ampio. Lo spread è leggermente superiore a quello dell’eur/usd, ma sempre inferiore rispetto alle altre coppie di valute, quindi gbp usd è una coppia di valute liquida, inoltre le opportunità di arbitraggio sono molto ridotte.

Gbp usd e  eur/usd, sono positivamente correlate anche se non hanno la stessa volatilità poiché quella di gbp/usd è superiore, generalmente si muovono nello stesso verso, anche perché hanno la stessa valuta usd come quote currency.
Tranne che in questo periodi crisi, per questa coppia di valute, gbp usd,  abbiamo avuto sempre un positive carry trade, quindi se compravamo gbp/usd potevamo guadagnare oltre sulla differenza nel cambio anche sul differenziale dei tassi d’interesse swap.