Ora cercheremo di spiegare cosa intendiamo per “approccio strutturato”.
Indipendentemente dal timeframe su cui operate iniziate ogni settimana analizzando la chart settimanale e quella giornaliera.
Usate le vostre conoscenze di analisi tecnica per capire la direzione dei prezzi, se c'è ancora spazio per completare un certo movimento oppure se ormai il momentum ha perso forza.

Cercate soprattutto di individuare i livelli chiave da segnare nel grafico. Se per esempio notate che un particolare livello sta offrendo un forte supporto, tracciate una linea in corrispondenza di quella quota in modo tale da poterla vedere in ogni altro timeframe e ricordarvi che quella quota potrebbe offrire supporto.

 

Ad inizio settimana, quando analizzerete il grafico settimanale e giornaliero in combinazione, cercate di prevedere i possibili scenari che potrebbero presentarsi, possibilmente uno bullish e uno bearish. Scrivete quali sono le condizioni che devono realizzarsi perché uno scenario si verifichi.
Ora scrivete cosa fareste nel caso uno scenario si presentasse.

Ogni mattina, prima di aprire qualsiasi posizione, date un'occhiata al calendario economico per vedere gli eventi economici in programma durante la giornata che possono avere un impatto importante sul mercato. Inoltre date un'occhiata a quanto è successo durante la notte mentre eravate a dormire. E' successo qualcosa di inaspettato? Qualche notizia importante è stata rilasciata durante la sessione asiatica?

Riassunto:

  1. Analizzare il grafico settimanale all'inizio di ogni settimana.
  2. Analizzare il grafico giornaliero all'inizio di ogni giorno.
  3. Tracciare sul grafico i livelli chiave individuati.
  4. Ipotizzare i possibili scenari che si potrebbero verificare.
  5. Scrivere cosa si farebbe se quello scenario si presentasse.
  6. Controllare gli eventi economici che potrebbero influenzare il mercato.