Troppe volte ho sentito parlare di nuovi commercianti che iniziano un affare usando la tabella da 5 minuti (che non è il mio approccio preferito) e che, quando il mercato si muove contro di loro, si dirigono verso la tabella da 15 minuti tanto per rimanere coinvolti nell’affare un po’ di più, sperando che il mercato torni indietro.
Poi, se il mercato continua a muoversi contro di loro, essi lasciano la tabella oraria e cercano una ragione alternativa per stare nell’affare. Il prossimo passo è ottenere una chiamata di margine perché non sono rimasti fondi che permettano di mantenere la loro posizione. 
Certamente la questione principale qui è che essi stavano cercando un modo per stare in un affare fallimentare piuttosto che chiuderlo con una piccola perdita. Realizzare una perdita non significa che non sai ciò che stai facendo. Troppi commercianti nuovi nel settore pensano che perdere un affare significa che essi siano dei perdenti o, comunque, non abbastanza intelligenti da negoziare. Questa è la verità.
I commercianti professionisti capiscono che quando commerciano corrono anche il rischio di andare incontro a delle perdite. Questa è davvero l’unica garanzia nel campo della speculazione. Il modo in cui gestisci quegli affari disastrosi è connesso al tuo successo come commerciante, oltre che a molti altri fattori. Sicuramente non ti piace perdere, ma devi anche accettare il fatto che tutti gli affari non possono essere vincenti. Devi cercare di limitare quegli affari rovinosi e renderli abbastanza circoscritti, in modo da poterli compensare con gli affari vincenti.
Passare alla struttura del tempo per giustificare la tua posizione in un affare non è il modo giusto per limitare le tue perdite. Identifica il tuo punto di uscita prima di entrare nell’affare e attieniti ad esso. Giudica te stesso di mese in mese piuttosto che ad ogni movimento del pip nel mercato. Sii coerente nel tuo approccio e rimani in un’unica struttura di tempo dall’inizio dell’affare fino alla fine.