Il mercato dei cambi delle valute estere (Forex) e quello delle azioni funzionano in maniera abbastanza diversa. Nessuno dei due è più grande dell’altro ma, al loro interno, il concetto di investimento differisce parecchio.

Tuttavia, confrontando le loro differenze, ci auguriamo di darti un quadro chiaro di questi due tipi di mercati, aiutandovi a scegliere quello che più si adatta a te. Di fatto potresti essere interessato ad entrambi i mercati per diversificare il tuo capitale. Il mercato Forex e la Borsa Valori

Durata media degli investimenti

La maggior parte degli investitori nel mercato Forex mirano ad un affare a breve termine. I commercianti in Forex normalmente trattano affari che si concludono in un giorno, i quali generalmente portano a piccoli profitti quotidiani (in media 10~30 pips), entrando e uscendo dal mercato nello stesso giorno. I commercianti professionisti in Forex solitamente attueranno il loro proprio sistema di commercio per automatizzare parzialmente il loro processo quotidiano di fare affari.

Anche se i commercianti “giornalieri” esistono nel mercato delle azioni, la maggioranza di coloro che si occupano delle azioni è più interessata tuttavia a fare affari a lungo termine. Nella Borsa Valori gli affari potrebbero durare mesi o anni e i commercianti otterranno il profitto in somma globale.

Fattori di tendenza del mercato

A causa dei vari limiti presenti nel mercato delle azioni (per esempio le restrizioni sulla vendita “corta”), il commercio nel mercato delle azioni dipende molto dalle tendenze del mercato. Ci sono alcuni commercianti di azioni che riescono a guadagnare in una situazione di bassa tendenza del mercato.

Dall’altra parte, il mercato Forex offre un potenziale di guadagno uguale, indipendentemente dall’ascesa o dalla caduta della valuta di un Paese. Non ci sono influenze strutturali sul mercato e non ci sono nemmeno limiti sulla vendita “corta” nel mercato Forex. Gli affari in Forex vengono sempre condotti in coppie; il rialzo o il crollo della moneta di un Paese influiranno solo sul suo valore relativo confrontato con l’altra valuta, e non avrà effetti sulle possibilità di profitto negli affari.

Fare leva finanziaria sui tuoi soldi

I broker di Forex offrono un margine sull’affare del 50, 100, 150 o perfino 200 a 1. I commercianti in Forex spesso si trovano a controllare un’enorme somma di denaro a fronte di una piccola spesa. Per esempio, 1.000$ in un conto Forex a 150:1 ti darà un potere d’acquisto pari a 150.000$ nel mercato delle valute. A confronto, i broker delle azioni non offrono questo tipo di leva finanziari alta ai loro clienti. Il massimo che puoi ottenere quando commerci nell’ambito delle azioni è di 2:1.

Commerciare in Forex su mini-conti

Commerciare in Forex su mini-contiUno dei vantaggi del commercio Forex è che puoi iniziare sempre con pochi soldi. Con FOREX puoi investire nelle valute estere con un deposito di soli 300$ con dei mini contratti. Un piccolo volume d’affari ti permette di correre rischi minori, il che è utile soprattutto per i principianti che si augurano di guadagnare esperienza negli affari all’interno del mercato Forex.

Tuttavia, questo tipo di beneficio non è disponibile con il commercio delle azioni. La maggior parte delle intermediazioni nel campo delle azioni non ti permette di investire in quantità dispari, ma solo in blocchi da 100 azioni, con molte azioni valutate tra 20$ e 500$, il che può significare un investimento da 2.000$ a 5000$ o anche di più.

Meno conti da considerare

Ci sono migliaia di azioni da scegliere nel mercato della borsa, ma in Forex le maggiori valute commerciate sono solo sette. Lavori di meno analizzando un numero inferiore di conti nel commercio Forex. Inoltre i Paesi sono spesso più stabili delle compagnie e, di conseguenza, è più facile prevedere la loro direzione economica generale. Queste caratteristiche del mercato Forex riducono il disturbo di selezionare e filtrare conti potenziali.

Struttura decentralizzata del mercato

La struttura del mercato Forex e quella della Borsa Valori differiscono molto. Le azioni vengono commerciate in un mercato centralizzato, mentre il mercato Forex è un mercato dei titoli non quotati in Borsa in cui non esiste un mercato centralizzato.

Il commercio delle azioni richiede che i compratori e i venditori si “incontrino” in un mercato centralizzato per effettuare gli scambi (per esempio, NYSE). Ciò significa che tutti gli ordini dei commercianti di tutte le Borse passano attraverso lo stesso affare e passano per un’unica azienda. I commercianti delle azioni contratteranno lo stesso prezzo su scala mondiale.

Dall’altra parte, gli affari in Forex possono essere condotti attraverso diversi agenti di intermediazione o operatori finanziari. Ogni agente/dealer ha l’abilità e l’autorità di eseguire degli affari indipendentemente l’uno dall’altro. Quindi la struttura è naturalmente concorrenziale dato che i commercianti affrontano una scelta tra una molteplicità di aziende con la stessa capacità di eseguire gli affari.

Gli agenti delle valute sono in concorrenza gli uni con gli altri, per cui il prezzo del mercato della moneta rimane trasparente e le oscillazioni vengono tenute ben salde tutto il tempo. Questo poi comporterà un mercato migliore da cui i singoli commercianti Forex potranno trarre profitto.